La Porsche Taycan vende più della 911: il sorpasso delle EV si materializza

La Porsche Taycan vende più della 911: il sorpasso delle EV si materializza
di

Porsche ha appena pubblicato i dati di vendita globali relativi al terzo trimestre del 2021 evidenziando un crollo del 15 percento su base annua. Tutto sommato però non c'è bisogno di disperare, perché se consideriamo l'intero anno solare Porsche ha piazzato 217.198 veicoli per una crescita del 13 percento.

A trascinare verso il segno positivo il brand tedesco ci pensa la Taycan in tutte le sue varianti, compresa la Taycan Cross Turismo: la gamma di modelli a emissioni zero ha avuto un'impennata del 36 percento su base annua con 8.818 esemplari venduti nel Q3 2021. Adesso le auto a batteria sono sempre più importanti per la salute dei conti.

Dall'inizio di quest'anno Porsche ha consegnato 28.650 Taycan e Taycan Cross Turismo per una crescita dal 162 percento su base annua e il conseguente sorpasso ai danni della 911 (Porsche salverebbe la 911 con benzina sintetica). Fin dalla sua commercializzazione, la berlina premium sprovvista di motore termico ha conquistato circa 50.000 consumatori.

In linea di massima però sono sempre i SUV a dominare le classifiche di vendita interne. In cima al podio troviamo infatti la Cayenne con 62.451 unità piazzate nel 2021, al secondo posto c'è la Macan a quota 61.944 esemplari e la Taycan va soltanto a chiudere il podio. In quarta posizione si colloca la 911 (27.972 unità) e scorrendo ci imbattiamo nella Panamera (20.275 unità) e nelle 718 Boxster e 718 Cayman (15.916 unità).

La compagnia non ha fornito informazioni su quante Cayenne e Panamera plug-in hybrid ha venduto, ma di sicuro vanno a comporre una fetta importante delle vendite. Nel frattempo Detlev von Platen, membro del consiglio dirigenziale per la divisione marketing e vendite di Porsche, ha rilasciato la seguente dichiarazione:"L'altissima domanda per le nostre auto sportive è proseguita nel terzo quarto, e siamo felici di esser riusciti a soddisfare la richiesta di così tanti clienti nei primi nove mesi di quest'anno. Il registro degli ordini è pieno, e in quanto tale ci riempie di ottimismo e di entusiasmo mentre ci avviciniamo alla fine dell'anno. A ogni modo, la situazione coronavirus è ancora dinamica, e stiamo affrontando delle sfide nell'approvvigionamento di semiconduttori. Per questi motivi stiamo tenendo gli occhi aperti in merito allo sviluppo di queste situazioni per assicurarci di continuare a reagire in modo flessibile."

Avviandoci a chiudere restando in tema di semiconduttori, pare che la scarsità globale di processori abbia impattato molto duramente sull'industria automobilistica italiana: la scarsità di chip è peggio del coronavirus.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1