Porsche investe 100 milioni di dollari in batterie litio-silicio

Porsche investe 100 milioni di dollari in batterie litio-silicio
di

Pur essendo molto avanzate, le odierne batterie agli ioni di litio per auto elettriche sono destinate prima o poi ad andare in pensione. Al loro posto arriveranno sicuramente tecnologie più affidabili, pensiamo allo stato solido ad esempio, Porsche nel frattempo però ha deciso di investire in batterie litio-silicio.

La società tedesca, parte del Gruppo Volkswagen, ha annunciato di aver investito 100 milioni di dollari in Group14 Technologies, produttore di un'avanzata tecnologia silicio-carbonio per batterie al litio. Porsche vuole utilizzare questa particolare tecnologia nei suoi veicoli elettrici ad alte prestazioni.

"Il futuro passa per le celle delle batterie e il nostro obiettivo è di essere un'azienda leader nella competizione globale per la costruzione della più potente batteria del mercato. Ora portiamo avanti questo nuovo investimento con grande orgoglio" ha detto Lutz Meschke, a capo del reparto finanziario di Porsche.

Con una campagna fondi Series C, Group14 arriva così a raccogliere 400 milioni di dollari in totale per realizzare un nuovo impianto per la costruzione di batterie negli Stati Uniti. La società ha sviluppato una chimica delle celle che si basa sul silicio per la costruzione dell'anodo, aumentando di fatto la densità della cella stessa rispetto alle batterie attuali. Queste batterie al silicio inoltre si ricaricano più velocemente delle attuali al litio standard. A parità di ingombro dunque potremmo avere più energia e tempi di ricarica ridotti.

Ricordiamo anche che Porsche sperimenterà carburanti sintetici nel 2022, così da sostituire in modo green l'attuale benzina.

Quanto è interessante?
2