di

La Porsche Carrera GT rappresenta l'apice delle supercar nel senso classico del termine. Dopo di essa iniziò la rincorsa alla velocità massima, partita dalla Bugatti Veyron, e poi apparvero come un fulmine a ciel sereno le hypercar ibride.

La Carrera GT deve essere una delle supercar preferite del presentatore Jay Leno a giudicare dall'entusiasmo espresso nel suo ultimo video. Per Leno non deve essere stato psicologicamente facile guidarla, alcuni anni fa ebbe un incidente quasi mortale perdendo il controllo di una Carrera GT mentre affrontava un tracciato ovale a quasi 320 km/h.

Il video è apprezzabile anche senza immagini... il piatto forte "musicale" è nascosto dietro il cofano posteriore. Si tratta del V10 a 68° proveniente da un progetto segreto che Porsche sviluppò per il team F1 Footwork nel 1992, poi riesumato e corretto per la fantastica supercar prodotta a partire dal 2003. Non solo bello da sentire ma anche parecchio potente: sono 612 CV i cavalli erogati, con una coppia massima di 590 Nm.

La meticolosa ricerca di materiali leggeri, l'hard top in carbonio ad esempio pesa 2,5 kg, ha permesso di limitare il peso a soltanto 1.380 kg. Dato che le permette uno 0-100 km/h in 3,9 secondi. La velocità massima invece è di 334 km/h; nello sfortunato incidente Leno era vicino al raggiungerla.

Vi lasciamo in compagnia di Jay Leno e della Porsche Carrera GT. Se apprezzate il suo approccio da vero "petrolhead" vi consigliamo anche la sua avventura con la rara Duesenberg Model J del 1934 e la prova della Tesla Roadster del 2008, il primo modello dell'azienda di Elon Musk.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
1