Porsche compra altre quote Rimac, cosa sta succedendo?

Porsche compra altre quote Rimac, cosa sta succedendo?
di

Già da alcuni anni a questa parte Porsche si è dimostrata particolarmente interessata a Rimac Automobili nonché al suo know-how nel campo della propulsione elettrica: è una casa automobilistica croata specializzata sullo sviluppo e sulla costruzione di bolidi a batteria.

Nel giugno del 2018 infatti Porsche palesò il suo interesse acquisendo il 10 percento delle azioni Rimac diventandone un importante shareholder, ma nel settembre del 2019 decise di rincarare la dose portandosi al 15,5 percento delle azioni. Adesso il brand di Stoccarda ha fatto un ulteriore passo in avanti arrivando al 24 percento.

Quest'ultima mossa è stata realizzata con un investimento aggiuntivo di 70 milioni di euro, i quali però non permettono ancora un controllo massiccio di Rimac. All'atto pratico la compagnia croata è e resterà indipendente nel prossimo futuro, ma all'interno dei recenti movimenti finanziari c'è un accordo che renderà Rimac un fornitore quasi fondamentale per Porsche, che richiede hardware di primo livello per i modelli elettrici proprietari.

Da alcuni mesi a questa parte le voci di corridoio su una eventuale acquisizione di Porsche del 50 percento delle quote Rimac si sono fatte sempre più insistenti, e oltretutto aggiungevano che il Gruppo Volkswagen avrebbe potuto addirittura cedere Bugatti al brand croato proprio in cambio di un azionariato di maggioranza (Porsche fa parte del Gruppo VW).

Al momento non sono arrivate conferme né smentite in tal senso, ma è chiaro che già adesso i produttori di auto elettriche dotati di tecnologie più avanzate stanno crescendo per importanza all'interno dell'industria automotive, per cui gli investimenti su infrastrutture proprietarie vengono spesso accompagnati da scambi tecnologici in grado di accelerare le tempistiche di sviluppo di modelli e piattaforme innovative.

Nel frattempo Rimac è concentratissima nel mettere a punto la sua fenomenale C_Two: il mostro elettrico da 1.940 cavalli di potenza è stato nuovamente testato nella galleria del vento, per cui mancano pochissimi mesi al suo approdo sul mercato. Il campione del mondo di Formula 1 Nico Rosberg non riesce più ad aspettare, e infatti ne ha già prenotato un esemplare.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1