La Porsche 911 GT3 RS è arrivata: 525 CV e downforce raddoppiata rispetto alla precedente

La Porsche 911 GT3 RS è arrivata: 525 CV e downforce raddoppiata rispetto alla precedente
di

La Porsche 911 GT3 è una supercar con la S maiuscola, sfruttabile per la strada ed efficace in pista, ma la vera specialista è la GT3 RS che finalmente fa il suo debutto portando con sé numerose migliorie per renderla ancora più affilata in pista, pronta per togliere il primato del Nurburgring alla sorella GT3 di Manthey Racing.

Non pensiate infatti che le letterine RS portino soltanto un incremento della potenza alla 911 GT3 standard, perché non sono certo i 15 CV in più il pezzo forte della vettura. La potenza del flat-six aspirato da 4.0 litri sale dunque a 525 CV rispetto ai 510 della GT3 standard, con una coppia di circa 500 Nm, grazie all’adozione di nuovi alberi a camme con profili modificati e di un nuovo sistema di aspirazione a farfalla singola derivato dalle competizioni. Inoltre è stato migliorato il sistema di raffreddamento che adesso si affida ad un unico, grande radiatore all’anteriore al posto dei tre elementi utilizzati sulle versioni precedenti.

La vera rivoluzione è avvenuta invece in termini aerodinamici, come era facile intuire osservando il prototipo della 911 GT3 RS avvistato più volte al Nurburgring. L’auto infatti è stata dotata di nuovi elementi aerodinamici attivi con tanto di DRS, mentre sul posteriore c’è un ala enorme che probabilmente viene vista anche dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Il nuovo “vestito” genera 409 kg di carico a 200 km/h, vale a dire il doppio rispetto al modello precedente, mentre a 285 km/h il carico sale a 860 kg, così da permetterle velocità di percorrenza in curva degne di un’auto da corsa, mentre l’ampio utilizzo della fibra di carbonio aiuta a contenere il peso, che ferma l’ago della bilancia a 1450 kg.

Parlando di prestazioni, la casa di Zuffenhausen dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, mentre la velocità massima dichiarata è di 296 km/h, raggiungibile dopo aver snocciolato le 7 marce del cambio automatico PDK di Porsche. Per fermare i bollenti spiriti del mezzo c’è invece un impianto frenante con pinze a 6 e 4 pistoni rispettivamente per l’anteriore e il posteriore, nascoste dietro ai cerchi forgiati da 20 e 21 pollici con serraggio center-lock.

È comunque disponibile un impianto frenante maggiorato carbo-ceramico come optional, mentre il pacchetto Clubsport può essere aggiunto a discrezione del cliente senza alcuna spesa aggiuntiva, e comprende il rollbar interno, le cinture di sicurezza a 6 punti e un estintore. Il pacchetto Weissach invece è a pagamento, e aggiunge tanti altri componenti in fibra di carbonio ed eventuali cerchioni forgiati in magnesio.

Quanto è interessante?
2
Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911Porsche 911