di

E' risaputo che i ponti e i grattacieli oggigiorno vengono costruiti appositamente per oscillare. Nel caso nel quale una struttura è infatti troppo rigida, questa risulta estremamente esposta a gravi danni in caso di forti venti o di terremoti.

Quindi le strutture molto grandi devono provare ad assecondare queste forze attraverso una certa flessibilità. Il video in alto però mostra lo Hument Pearl River Bridge, un ponte della Cina meridionale, oscillare in modo davvero accentuato, quasi come fosse di plastica.

Ci riferiscono da Taiwan News che alcuni funzionari cinesi hanno ribadito che l'ondeggiamento del cemento è causato da forti venti, i quali hanno creato un massiccio vortice. Proprio a causa di queste perturbazioni le acque attorno al ponte, secondo quanto riportato, sarebbero state chiuse poche ore dopo il particolare avvenimento. C'è da dire però che, diversamente da quanto potrebbe sembrare guardando le auto sollevarsi ed abbassarsi ritmicamente, gli esperti affermano che movimenti di questo tipo sono assolutamente normali, "entro certi limiti".

Insomma, nel caso del video in alto abbiamo assistito ad un fenomeno poco comune, ma comunque previsto. Nel momento in cui però i venti fossero stati più forti, e quindi le oscillazioni più violente, staremmo parlando eventualmente di una tragedia. Non si sarebbe trattata prima volta infatti di un ponte caduto per particolari manifestazioni ventose.

A proposito di tragedie mancate, vi rimandiamo ad una recente notizia riguardo un bambino di cinque anni al volante di un SUV, diretto in California:"per comprare una Lamborghini". La polizia lo ha individuato a vari minuti di viaggio dalla sua abitazione di residenza, lasciata dopo aver litigato con la madre.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
5