Il poliziotto ferma una Tesla Model 3 senza conducente? Tutto preparato

Il poliziotto ferma una Tesla Model 3 senza conducente? Tutto preparato
di

Di recente, grazie al nuovo software V10, gli utenti Tesla hanno potuto mettere le mani sulla funzione Smart Summon, che permette di richiamare la propria vettura con lo smartphone entro 65 metri di raggio. Questo ha scatenato la fantasia degli utenti e una Model 3 è stata persino fermata da un poliziotto: ora però sappiamo la verità.

Il recente video di DragTimes, che vedeva per l'appunto questa Model 3 senza conducente esser fermata da un agente, cosa che ha fatto ridere e non poco il popolo del web, sarebbe stato in realtà tutta una messa in scena. A risolvere il caso, che aveva sollevato non poche polemiche, è stato InsideEVs che ha parlato direttamente con l'agente coinvolto.

Alla domanda "È stato tutto preparato?", il poliziotto americano non lascia alcun dubbio: "Si". L'agente ha poi chiarito anche la questione "È possibile multare un'auto su un suolo privato?", poiché il video prendeva vita all'interno di un parcheggio: "Se la proprietà privata ha dei cartelli stradali comunali assolutamente si".

In ultimo è stata risolta anche la divertente questione del "Chi prende la multa nel caso in cui alla guida non ci sia effettivamente nessuno?" come accaduto alla Tesla Model 3 del video pilotata tramite Smart Summon. "Le leggi della Florida dicono che è responsabile chiunque stia controllando o manovrando il veicolo. Con Smart Summon Tesla obbliga i conducenti a premere un tasto sullo smartphone per autorizzare il movimento, dunque chi controlla l'app è anche il responsabile." Ora vediamo se Brooks Weisblat, proprietario del canale DragTimes e autore del video, replicherà alla cosa, spiegando perché non ha detto subito che si trattasse di uno scherzo...

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
1