di

Chi guida una motocicletta è sicuramente più esposto agli errori degli altri utenti della strada rispetto a chi guida un'autovettura o un veicolo di dimensioni maggiori. Il rischio aumenta in modo esponenziale se il conducente della moto è solito viaggiare a velocità particolarmente elevate, e la polizia australiana ci tiene a farlo presente.

Un paio di giorni fa la polizia dell'Australia Meridionale ha voluto condividere su YouTube delle riprese assolutamente spaventose, all'interno delle quali è possibile vedere il conducente di una motocicletta mentre infrange palesemente ogni limite di velocità toccando persino i 265 km/h di notte e su una strada non particolarmente illuminata.

Intorno al minuto 1:20 il conducente del mezzo a due ruote decide di cominciare a superare i veicoli che lo precedono attuando un paio di zigzag, ma solo qualche istante dopo ha rischiato seriamente di perdere la vita: dopo un'accelerazione che lo ha portato a 160 km/h non è riuscito in alcun modo ad evitare un veicolo nel mezzo della sua corsia, finendo per impattarlo a circa 140 km/h. La telecamera di bordo chiarisce immediatamente la violenza dello scontro attraverso una lunghissima serie di rivoluzioni, e a quanto pare il motociclista è vivo per miracolo.

Secondo gli agenti di polizia dell'Australia Meridionale l'uomo sarebbe sopravvissuto soprattutto grazie all'immediato intervento degli altri automobilisti presenti sul posto. Successivamente le forze dell'ordine hanno ricevuto il video in alto direttamente da sua moglie, cosa che ha portato il parlamento australiano a discutere circa una nuova legge, la quale possa punire severamente gli utenti della strada che viaggiano troppo oltre i limiti di velocità.

Avviandoci a chiudere vogliamo restare nei pressi delle due ruote menzionando un interessantissimo prodotto a zero emissioni in arrivo sul mercato: ecco la prima moto elettrica con ultracondensatore, per 300 km di autonomia e un'ora di ricarica. Per molti motociclisti l'idea di acquistare una moto elettrica è però assurda, e infatti il 31 percento degli intervistati ha risposto che sarebbe meglio niente rispetto ad una due ruote elettrica.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
2