Polaris e Zero portano alla luce fuoristrada e motoslitta elettrici

Polaris e Zero portano alla luce fuoristrada e motoslitta elettrici
di

Polaris, produttore indiano di motociclette, di particolarissimi veicoli a tre ruote e di popolari mezzi fuoristrada, ha stretto una importante collaborazione con Zero Motorcyles per portare portare alla luce una serie di veicoli elettrici molto interessanti.

La partnership avrà una durata di 10 anni e, almeno all'inizio, consentirà la produzione di fuoristrada e motoslitta elettrici. Polaris si accollerà gli oneri di sviluppo e produzione sfruttando le tecnologie hardware e software, nonché il know-how, che Zero metterà sul tavolo.

In realtà per Polaris questo non è il primo approccio a mezzi di trasporto elettrici, difatti tempo fa propose la Victory Empulse TT sviluppata a partire dalla Brammo Empulse R creata dopo che il brand decise di lanciarsi appieno sulle motociclette nel corso del 2015. Inoltre già a desso Polaris ha in commercio il Ranger EV, uno dei fuoristrada più apprezzati dai cittadini statunitensi e canadesi.

A ogni modo la strategia, nonostante non venga fuori dal nulla, cambierà parecchie carte in tavola. Denominata rEV'd up, permetterà a Polaris di mirare ad "offrire ai clienti una opzione per ogni prodotto principale di ogni segmento occupato entro il 2025." Come avrete notato dalla data, la fase di sviluppo pare essere già piuttosto avanzata, almeno per alcuni modelli. Già dal 2021 infatti vedremo i primi frutti della collaborazione Polaris-Zero, e non saremmo affatto sorpresi se a breve venissero presentate varianti elettriche di veicoli attualmente sul mercato. Dal nostro canto non vediamo l'ora di saperne di più.

A proposito di penetrazione della propulsione elettrica nel settore dei veicoli stradali e non, vogliamo mostrarvi la prima autopompa completamente elettrica, la quale debutterà a brevissimo a Berlino, Amsterdam e Dubai migliorando il servizio dei vigili del fuoco. Restando in tema vogliamo chiudere riportando una interessante novità: Walmart Canada ha deciso di ordinare ben 130 autoarticolati Tesla Semi per incrementare il grado di sostenibilità della propria flotta. Pare quindi che la previsione degli analisti americani di Wood Mackenzie stia diventando sempre più concreta, e cioè quella che annunciava l'invasione del Nord America da parte dei tir Tesla.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
1