Pioggia di licenziamenti per General Motors, 4.000 dipendenti a casa

Pioggia di licenziamenti per General Motors, 4.000 dipendenti a casa
di

General Motors ha lasciato a casa 4.000 dipendenti, ma è solo l'inizio di un piano di licenziamenti su vasta scala che non dovrebbe risparmiare nemmeno i dirigenti. A rischio anche alcuni centri di produzione.

Quattromila dipendenti, riporta Reuters, avrebbero già ricevuto la notifica di avvenuto licenziamento. Molti di questi erano impiegati nei dipartimenti di sviluppo tecnologico del Michigan, dell'Arizona, Texas e Georgia.

Complessivamente la ristrutturazione aziendale dovrebbe portare a 15.000 licenziamenti, e alla chiusura di 5 centri di produzione. Lo scorso dicembre era poi stato rovinato il natale a 1.500 collaboratori esterni che hanno visto il loro rapporto con General Motors terminato, e 2.300 dipendenti con contratto avevano invece accettato di lasciare di loro volontà il lavoro in cambio di un indennizzo.

Lo scorso novembre GM aveva parlato di tagliare il 15% della sua forza lavoro in Nord America, circa 8.000 tra dipendenti e staff. Anche i dirigenti saranno colpiti dalla ristrutturazione, con un taglio al 25% dei ruoli dirigenziali, anche per snellire i processi decisionali all'interno della compagnia.

GM punta a consolidare la propria salute economica ottimizzando enormemente il suo processo produttivo, General Motors vuole che il 75% del suo volume di vendite arrivi dai prodotti legati a soli 5 planali, questo entro l'inizio del prossimo decennio.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
6