Pininfarina Battista: l'hypercar elettrica da 1900 CV fa i suoi primi passi

Pininfarina Battista: l'hypercar elettrica da 1900 CV fa i suoi primi passi
di

Pininfarina Automobili annuncia tramite Paolo Dellachà, chief product e engineering officer, la conclusione dei lavori sul prototipo della Battista. L'azienda italo-tedesca, posseduta dal gruppo Mahindra e spin-off della Pininfarina SpA, è pronta a testare su strada nelle prossime settimane la sua nuova hypercar elettrica.

La Battista condivide parte della tecnologia con la sorella Rimac C_Two. Non è un caso che le specifiche siano pressoché identiche: 1900 CV di potenza massima, 2300 Nm di coppia e un'autonomia di 500 chilometri grazie al peculiare pacco batteria da 120 kWh a forma di T. Non sappiamo ancora quanto la Battista differirà rispetto alla hypercar croata nella messa a punto del telaio o nelle impostazioni di powertrain e software, la velocità massima dichiarata dai due costruttori (350 km/h per la Battista e 412 km/h per la C_Two) ci suggerisce un diverso approccio progettuale.

La Battista si distinguerà senza dubbio per la carrozzeria: un vestito sartoriale che attinge dall'esperienza della storica azienda torinese, autrice delle più belle supercar degli ultimi decenni. Nello stabilimento di Cambiano ne saranno costruiti 150 esemplari, di cui 5 della versione Anniversario, un tributo ai novant'anni dell'azienda. Ogni esemplare della Anniversario avrà una livrea esclusiva basata sui colori Bianco Sestriere, Grigio Antonelliano e Iconica Blu.

Il brand Pininfarina Automobili non si fermerà con la Battista ma punta a costruire nei prossimi anni una gamma completa di veicoli elettrici, stando alle indiscrezioni il prossimo modello presentato potrebbe essere un SUV.

Quanto è interessante?
2
Pininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina Battista