La Pininfarina Battista destinata alla produzione è pronta, e debutterà tra pochi giorni

La Pininfarina Battista destinata alla produzione è pronta, e debutterà tra pochi giorni
di

Dopo anni di attesa, la Pininfarina Battista è pronta a mostrarsi al pubblico nella sua versione di produzione e lo farà durante un evento che si terrà al Monterey Car Week il prossimo 12 agosto. Il costruttore produrrà soltanto 150 esemplari di questa hypercar simile alla Rimac, ognuno dei quali avrà un prezzo poco inferiore ai 2 milioni di euro.

Più precisamente, il modello che verrà presentato all’evento sarà la Battista Anniversario, un chiaro omaggio a Battista Farina, di cui ne verranno prodotti solamente 5 esemplari, caratterizzati da un nuovo disegno dell’ala posteriore e delle appendici aerodinamiche. Questa versione vanta anche cerchi con serraggio center-lock che aiutano a ridurre il peso delle masse non sospese di 10 kg.

A livello estetico metterà in bella mostra elementi di carrozzeria in fibra di carbonio e cerchi in tinta nera lucida, mentre all’interno continua l’esposizione della pregiata fibra nera assieme all’ampio uso di pelle sostenibile accoppiata a cuciture in tinta Iconica Blu.

Il CEO di Automobili Pininfarina, Per Svantesson, ha dichiarato: “Svelare la prima specifica di produzione della Battista negli Stati Uniti segna l’inizio di un altro capitolo importante nella storia di Automobili Pininfarina. Siamo entusiasti di mostrare il futuro bello e sostenibile del lusso ai nostri clienti, mentre celebriamo più di 90 anni di eredità del design Pininfarina durante la Monterey Car Week”.

Meccanicamente invece siamo di fronte ad un vero e proprio mostro, e per questo vi ricordiamo alcuni dei suoi numeri: i quattro motori elettrici con cui viene equipaggiata erogano un totale di 1903 CV e 2300 Nm di coppia, valori che la rendono l’auto omologata più potente mai progettata in Italia e le permettono di raggiungere i 200 km/h in meno di 6 secondi, e i 300 km/h in meno di 12 secondi, con una velocità massima stimata di circa 350 km/h. Per fornire energia a questo arsenale ci pensa un generoso pacco batterie da 120 kWh, che le dovrebbe garantire fino a 500 km di autonomia.

Per ingannare l’attesa vi consigliamo di vedere l’auto prototipo alle prese con alcuni giri in pista, guidata da Nick Heidfeld, che è rimasto esterrefatto dalle prestazioni che mette in campo, con un comportamento molto simile alle vere auto da corsa.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1
Pininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina Battista