di

Dopo un paio di anni di trepidante attesa la Pininfarina Battista ha finalmente raggiunto la sua versione definitiva. Tramite il video in alto e la galleria di immagini in calce possiamo ammirare in tutto il suo splendore l'esemplare mostrato in occasione della Monterey Car Week.

Riguardo le specifiche tecniche non c'è nulla da aggiungere a quanto già conosciamo. La Battista va infatti a muoversi grazie a quattro propulsori elettrici in grado di mandare sull'asfalto una potenza di ben 1.903 cavalli e una coppia di 2.300 Nm: si tratta dell'autovettura stradale più potente mai costruita in Italia.

Nonostante la sua impareggiabile esuberanza e uno scatto da 0 a 100 km/h attuabile in 2 secondi, la macchina riesce comunque a garantire un range per singola carica di 450 chilometri, e da parte nostra invidiamo in modo particolare tutti i presenti a Monterey, i quali hanno potuto posare lo sguardo sull'accattivante carrozzeria in fibra di carbonio. Oltretutto alcuni potenziali e facoltosi clienti si sono persino goduti sulla hypercar.

Tralasciando questi dettagli, Pininfarina ha già affermato che la Battista non si mostrerà esclusivamente in questo stato, ma in futuro riceverà una variante ancora più rara definita come Battista Anniversario. Il modello aggiornato porterà in dote miglioramenti aerodinamici e personalizzazioni estetiche atte ad infonderle ancor più personalità.

Un'altra informazione sicuramente degna di nota concerne il sound. La Battista è completamente elettrica, ma in fase di sviluppo gli ingegneri hanno pensato di abbracciare la filosofia artistica del grande Giuseppe Verdi. Il compositore diceva che ogni sonorità basta su un multiplo di 432 Hz fosse un suono puro, per cui Pininfarina si è lanciata sui 54 Hz (un multiplo di 432) per realizzare che la Battista avrebbe prodotto. In fase di accelerazione la frequenza aumenta spostandosi sui multipli di 54 Hz, restando così fedele al principio affermato in passato da Verdi.

Ecco come René Wollman, direttore di alto livello in Automobili Pininfarina, si è espresso in merito alla questione:"In questo modo la Battista non impressionerà soltanto per l'estetica e le performance, ma anche attraverso un nuovo livello emozionale ricreato sol sound. Non vediamo l'ora di ricevere input dai clienti negli USA mentre mettiamo a punto l'esperienza sonica della Battista."

A proposito di hypercar elettriche ci teniamo a chiudere rimandandovi alla Rimac Nevera. Anche il mostro croato è in fase di produzione, e i primi esemplari hanno già avuto modo di esprimersi.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
3
Pininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina BattistaPininfarina Battista