di

Annunciata lo scorso anno tramite un'immagine pubblicata online, la prossima hypercar italiana completamente elettrica si appresta a essere svelata in ogni dettaglio. Accadrà il 16 agosto all'evento "The Quail", durante la Monterey Car Week.

Nel frattempo la vettura motorizzata Rimac è ancora in sviluppo e la produzione inizierà entro la fine del 2020. Ne saranno prodotti soltanto 150 esemplari, divisi nei tre mercati principali: 50 per il Nord America, 50 per l'Europa e 50 per Medio Oriente e Asia. Il prezzo di vendita ammonterà a 2 milioni di euro.

"Abbiamo gradito l'entusiasmo per il reveal della Battista a Pebble Beach lo scorso anno, ma per il 2019 i nostri sogni diverranno realtà. Questo capolavoro in edizione limitata rappresenta la prima hypercar di lusso puramente elettrica al mondo e non vediamo l'ora di presentarla ai nostri clienti in una forma leggermente evoluta". Le parole di Michael Perschke, CEO di Automobili Pininfarina, dimostrano come l'hypercar sia ancora in fase di sviluppo, in particolare il team sta lavorando sull'aerodinamica, avvalendosi della galleria del vento proprietaria e del il supporto di Rene Wallmann e Nick Heidfeld, che lavorano spalla a spalla per mettere a punto la Battista in ogni aspetto.

Wallman ha dichiarato: "Le performance aerodinamiche alle quali abbiamo assistito con la Battista nelle gallerie del vento Pininfarina erano quasi identiche alle nostre aspettative, stando alla modellazione CFD", Computational Fluid Dynamics, "questo ci permette di predire con sicurezza un aumento significativo dell'originale autonomia prevista per la Battista, cioè 450 km con una singola carica. Sono notizie fantastiche per i futuri proprietari dell'auto."

L'ex pilota di F1 Heidfeld ha poi aggiunto: "Guidare una versione preliminare della Battista al simulatore è stata un'esperienza incredibile. La preparazione, il set-up e l'esecuzione dei primi avvii di una hypercar nuova di zecca, dalle prestazioni senza precedenti, sono state eccellenti, simili a tutte le altre sessioni di prima simulazione alle quali ho partecipato durante la mia carriera nei motori. La cosa più impressionante è stata l'handling. Ma, come mi aspettavo, l'accelerazione è totalmente fuori di testa, incomparabile a qualsiasi altra auto io abbia provato, dalla strada al tracciato."

Infatti, se date un'occhiata alle specifiche, non resterete affatto sorpresi dalle parole di Heidfeld:

  • Batteria da 120 kWh
  • Autonomia di oltre 484 km
  • Accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 2 secondi
  • Accelerazione da 0 a 300 km/h in meno di 12 secondi (!)
  • Velocità massima di oltre 400 km/h
  • 1900 cavalli di potenza, 2300 newton metri di coppia
  • Trazione integrale
  • Ricarica rapida a corrente diretta da 350 kW (0-80% in 40 minuti)

Bene, se non siete abbastanza esterrefatti, date uno sguardo alla nuova Tesla Roadster: promette accelerazioni da "Ritorno al Futuro".

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2
La Pininfarina Battista da 2 milioni di euro nella galleria del vento: il video