Questo piccolo motore aumenta l'autonomia delle Tesla: le immagini

Questo piccolo motore aumenta l'autonomia delle Tesla: le immagini
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I clienti di Tesla si dimostrano piuttosto soddisfatti riguardo l'implementazione di una pompa di calore nella nuovissima Model Y , che migliora notevolmente la gestione delle temperature dell'auto, soprattutto in climi particolarmente freddi.

Al contempo Patrik Hast, abitante delle rigide lande svedesi, ha deciso apportare delle interessanti modifiche alla sua Model X 90D del 2016. L'uomo ha deciso che l'efficienza della sua macchina non bastasse, e ha installato uno "scalda-motore" alla sua Tesla. Questa la sua spiegazione al riguardo:

"Vivo in Svezia, e da noi abbiamo inverni nevosi, primavere fredde e autunni piovosi. A volte piove tanto anche nel corso delle estati. Prima del grande boom del diesel eravamo soliti utilizzare sistemi di preriscaldamento per quasi tutte le nostre auto. Tutti i garage e i vialetti di casa venivano predisposti con prese per il preriscaldamento, così come tutti i parcheggi degli stabilimenti lavorativi. Preriscaldavamo sia il liquido per il raffreddamento del motore sia l'abitacolo."

Anni fa questa situazione rese gli svedesi molto inclini al passaggio all'auto elettrica, ma con l'aumento di popolarità del diesel negli ultima anni la situazione si era fatta particolare:"Quando i produttori di auto hanno iniziato a offrire buone auto diesel abbiamo scoperto che queste non riescono a riscaldare abbastanza l'abitacolo durante l'inverno, per garantire una migliore autonomia. Quindi offrono delle pompe di calore a diesel che possono essere utilizzate anche come preriscaldatori. Da questo il declino dell'utilizzo di preriscaldatori elettrici."

Ad un certo punto ad Hast è scattata però una scintilla, che lo ha portato ad un ottimo impiego di questi preriscaldatori:"Quando ho scoperto che la mia Tesla non si comporta come vorrei, il passo verso l'idea di usare il preriscaldamento svedese non è stato così strano. Inizialmente ho pensato di fare tutto da solo, ma a tre ore di viaggio dal mio paese ci sono sviluppatori appositi."

C'è da precisare che al momento anche Tesla offre una sorta di preriscaldatori, ma questi traggono l'energia per l'utilizzo direttamente dalla batteria principale della vettura, e tra l'altro non funzionano sulla macchina di Hast. Quindi ha deciso di sistemare la situazione prendendo possesso di un riscaldatore a diesel prodotto da società come Calix o Defa (video in fondo alla pagina).

Il sistema di terze parti secondo Hast non invaliderebbe neanche la garanzia, portando un altro punto a suo favore. La cosa più importante riguarda con ogni probabilità il prezzo, perché portarsi a casa uno di questi motorini richiede al massimo 450 euro, e i vantaggi che restituiscono sembrano palesi:"Quando carico l'auto all'80% il display mi mostra 285 chilometri di autonomia ad una temperatura di 5°C. Quando preriscaldo a 20°C mostra 302 chilometri di autonomia. Quanto questo sia accurato o scientifico non so dirlo."

Per maggiori informazioni tecniche vi rimandiamo alla fonte in calce, ma adesso vi informiamo su un nuovo aggiornamento per Tesla Model X e Model S Raven, che aggiungerà alle EV una nuova modalità, denominata "Assetto Ghepardo". La funzionalità nel frattempo è già stata testata da DragTimes con ottimi e interessanti riscontri.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
2
TeslaTeslaTeslaTeslaTeslaTeslaTeslaTesla