Per il passaggio alla produzione di auto elettriche Audi pianifica 9.500 licenziamenti

Per il passaggio alla produzione di auto elettriche Audi pianifica 9.500 licenziamenti
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Audi ha appena firmato un accordo coi i suoi dipendenti. Questo prevede il taglio di circa 9.500 posti di lavoro assegnati alle proprie fabbriche per favorire il passaggio alle auto elettriche, che a loro volta creeranno 2.000 posti per la produzione.

Stando a quanto dichiarato da molti leader del settore, assemblare auto elettriche sarebbe più efficiente rispetto alla costruzione di macchine tradizionali, ed è questo il motivo principale degli esuberi. I motori elettrici possiedono meno parti mobili, sono più facili da produrre e inoltre il pacco batterie (in genere il pezzo più grosso ed ingombrante) non viene quasi mai realizzato internamente.

I sindacati d'altra parte si sono mostrati spaventati dalla decisione, ma Audi ha confermato tutto, sottolineando l'accordo coi propri lavoratori:"Nel contesto della trasformazione dell'industria automobilistica verso la mobilità elettrica e la digitalizzazione, la compagnia e il Comitato Aziendale hanno concordato nuove e importanti strategie."

Quindi entro il 2025 l'operazione andrà in porto, e i tagli verranno fatti in base all'anzianità e tramite offerte per il pensionamento anticipato. Al contempo però i 2.000 nuovi posti di lavoro non ritarderanno ad arrivare:"La compagnia ha pianificato di creare fino a 2.000 nuovi impieghi, specializzati in aree come la mobilità elettrica e la digitalizzazione."

Come Audi tanti altri si trovano nella stessa situazione di cambiamento, e infatti anche Mercedes dovrà aver a che fare con molti esuberi. Il Gruppo FCA, assieme al governo, ha invece l'obiettivo di rilanciare gli stabilimenti italiani aggiornandoli e operando nuove assunzioni.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2