Il parco auto italiano è un disastro: 60% ha più di 10 anni, elettriche sono solo 215mila

Il parco auto italiano è un disastro: 60% ha più di 10 anni, elettriche sono solo 215mila
di

Continuano ad essere tutt'altro che positive le notizie inerenti il parco auto circolante in Italia. L'ultima fotografia (relativa al 2022), è quella scattata da Isfort, l'Istituto Superiore di Formazione e Ricerca per i Trasporti, presentata ieri al Cnel.

Le auto circolanti nel nostro Paese sono sempre più vecchie, e di fatto potremmo dire che invecchiano con l'avanzare degli anni dei nostri connazionali. Nel contempo le auto elettriche non decollano, e in Italia pesano solo il 3,9 per cento, fra le performance peggiore di tutta Europa.

Ma quante sono le auto elettriche circolanti in Italia? Più o meno sono 215mila auto più, auto meno, una piccola goccia nell'oceano di vetture circolanti sulle strade italiane, con un tasso di motorizzazione di 68,1 contro il 58,8 del 2002, dato più alto di dieci punti rispetto a Francia e Germania.

Nel 60 per cento dei casi le nostre auto hanno più di dieci anni, mentre in Germania e Francia le vetture con una decade nel motore sono circa il 40 per cento. In ogni caso le auto rappresentano il mezzo maggiormente utilizzato negli spostamenti, due su tre le usano regolarmente, mentre meno di 2 su 10 vanno a piedi e il 4 per cento utilizza la bicicletta o altre forme di micromobilità. Stessa percentuale è legata alle moto e il 7,5 per cento usa invece regolarmente i bus.

Tornando alle nostre auto elettriche, che forse potrebbero divenire più accessibili con il leasing sociale, sono cresciute da 1.500 immatricolazioni del 2015 a più di 67mila nel 2022, anche se fra il 2021 e l'anno scorso si è ridotta leggermente la quota di mercato, passando dal 4,61 al 3,73 per cento (al momento è pari al 3,8 per cento, quindi più o meno in linea con i dati dell'anno scorso).

Bene infine i punti di ricarica, cresciuti dal 2019 in un numero pari a quattro volte, ma nonostante a livello di infrastrutture l'Italia sia fra i Paesi messi meglio d'Europa gli EV non vogliono decollare.