Panasonic scommette sulle celle 4680 di Tesla, ma saranno davvero rivoluzionarie?

Panasonic scommette sulle celle 4680 di Tesla, ma saranno davvero rivoluzionarie?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Panasonic ha aspettative molto alte in merito alle nuovissime celle 4680 sviluppate per e in collaborazione a Tesla. Si tratterà di una sfida produttiva piuttosto ardua, ma i benefici potrebbero superare di gran lunga gli sforzi necessari.

Elon Musk ha rivelato le celle con tale tecnologia durante il Battery Day dello scorso settembre, le quali rappresenteranno un elemento fondamentale per la costruzione e la commercializzazione di un nuovo modello economico e compatto da vendere a 25.000 dollari. La sinergia permetterà quindi una produzione molto elevata poiché dovrà corrispondere ad una domanda altrettanto esigente.

Già adesso vari problemi inerenti l'approvvigionamento di componenti fondamentali al corretto funzionamento delle linee produttive stanno probabilmente rallentando la produzione di modelli ben più costosi come la Model 3 o la Model Y, per cui non osiamo immaginare le difficoltà che potrebbero pararsi dinanzi alla casa automobilistica californiana nel caso in cui gli automobilisti dovessero fiondarsi sulla futura compatta a zero emissioni.

A ogni modo, le nuove celle saranno circa cinque volte più grandi delle 1865 e delle 2170 da sostituire (anch'esse costruite da Panasonic). Le dimensioni maggiorate si traducono in meno celle per ogni veicolo e, secondo quanto appena affermato dal responsabile della divisione batterie Panasonic Yasuaki Takamoto, questo implica meno singole parti per pacco batterie.

Non mancano però lati negativi. Takamoto in tal senso indica i problemi di surriscaldamento derivanti dalla difficoltà nel disperdere il calore dal centro della cella, e inoltre non è escluso un incremento delle possibilità di incendio. Per fortuna Panasonic ribadisce anche che l'esperienza sviluppata nella costruzione di milioni e milioni di batterie nel corso degli ultimi anni aiuterà tantissimo nell'evitare che le celle 4680 causino effetti indesiderati.

Al momento però lo sviluppo della tecnologia non è ancora completo. Nello specifico Wood Mackenzie Ram Chandrasekaran, un analista della mobilità e del trasporto su gomma, ha affermato:"Ci sono scogli significativi da superare, ma se ci riusciranno queste celle risulteranno rivoluzionarie. Al contempo la giuria non si è ancora pronunciata sulla effettiva realizzazione."

Per chi avesse dubbi sulle tempistiche di commercializzazione, pare che Tesla punti a implementare le 4680 entro quest'anno, ma ad oggi non c'è nulla di ufficiale sulla questione.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1