Panasonic rivela le celle 4680 di Tesla: sono enormi

Panasonic rivela le celle 4680 di Tesla: sono enormi
di

Un paio di anni fa Tesla ha condiviso col pubblico i suoi piani sullo sviluppo di un nuovo form factor, il 4680, per le celle dei pacchi batteria da utilizzare nei modelli futuri. In quel frangente il CEO Elon Musk parlò di grossi vantaggi connessi alla densità energetica e alla riduzione dei costi di produzione.

La casa automobilistica di Palo Alto però non si è cimentata in solitaria nella messa a punto della nuova tecnologia, e in effetti Panasonic è stata di grande aiuto fin dall'inizio. In giornata odierna il brand tecnologico giapponese ci ha finalmente mostrato le celle 4680 che saranno implementate e breve sulle Tesla e, come potreste notare voi stessi fiondandovi in fondo alla pagina, sono davvero enormi.

Nel frattempo i vari team della casa automobilistica hanno già aggiornato i processi manifatturieri per produrre internamente le celle 4680 su larghissima scala presso gli stabilimenti di Berlino, Shanghai e Austin (la fabbrica Tesla in Texas è colossale), ma è probabile che almeno nei primi tempi Musk avrà bisogno del supporto di Panasonic, che incarna uno dei suoi partner più importanti.

Il CEO Yuki Kusumi ha affermato di essere pronto a fare grossi investimenti nella produzione di batterie per Tesla e, in occasione del reveal odierno, la compagnia si è espressa come segue all'interno di una conferenza stampa riportata dal Wall Street Journal:"Il leader del team impegnato sulle batterie, Kazuo Tadanobu, ha riportato che le nuove celle hanno una capacità quintupla rispetto ai piccoli modelli precedenti. Egli ha affermato che sono state sviluppate perfettamente in linea con i bisogni di Tesla e che sarà Panasonic a fornirle, ma si è rifiutato di fornire altri dettagli."

Insomma, le prime unità di test hanno già lasciato la fabbrica giapponese, soltanto nel marzo del 2022 si raggiungeranno volumi importanti. Da parte nostra non vediamo l'ora di poter assistere alle performance dei primi veicoli con i nuovi pacchi batteria, ed è plausibile che il rinvio del Tesla Cybertruck sia connesso anche all'esigenza di commercializzarlo in grande spolvero. Musk aveva parlato di specifiche tecniche a dir poco clamoroso, e non è da escludere che siano legate alle celle 4680.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2
Panasonic rivela le celle 4680 di Tesla: sono enormi