INFORMAZIONI SCHEDA
di

Pagani ha rivelato in via ufficiale la nuova hypercar Imola, una variante della Huayra fortemente ridisegnata, e che debutterà fra poche settimane al Salone dell'automobile di Ginevra 2020.

Quest'ultima creazione di Horacio Pagani fu già vista lo scorso mese di Settembre, quando un primo esemplare del bolide fu condiviso sui social. In ogni caso la Imola verrà mossa dal solito V12 bi-turbo da 6,0 litri di origine Mercedes, e produrrà ben 827 cavalli di potenza e addirittura 1.100 Nm di coppia. La potenza è incanalata verso le ruote posteriori da un cambio automatico Xtrac a sette rapporti, che è appena stato rivisitato per restituire cambiate ancora più veloci.

Pagani non ci ha rivelato lo scatto da 0 a 100 km/h o la velocità massima ma, giudicando dal lavoro svolto sulla carrozzeria, immaginiamo che sul tracciato possa essere una scheggia impazzita. La Imola si basta su un telaio monoscocca rinforzato in Carbotanio e Carbo-Triax, gli stessi materiali che compongono la Huayra Roadster BC (eccola in alcune immagini). A seguire troviamo poi sospensioni ingegnerizzate appositamente per la vettura, le quali si regolano automaticamente grazie ad una unità elettronica intelligente che muove anche l'aerodinamica attiva, gestisce il motore e invia comandi a trasmissione e differenziale.

Il nome Imola è ovviamente derivato dal noto tracciato nostrano, dove la hypercar è stata testata per oltre 16.000 chilometri durante lo sviluppo. Purtroppo ne verranno prodotti soltanto 5 esemplari, i quali andranno a costare circa 5 milioni di euro l'uno, tasse escluse.

Horacio Pagani l'ha descritta così:"Non possiamo dire che non sia una vettura elegante. Abbiamo voluto un veicolo efficiente, e proprio come vi aspettereste per una monoposto da F1, questo ci ha portati verso un design con numerose feature aerodinamiche."

Al momento la casa automobilistica italiana sta sviluppando una hypercar elettrica, e accarezza persino l'ipotesi di un SUV dalle performance estreme, così come lo sarà anche il suo costo al consumatore.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1