Ecco la Pagani Huayra Tricolore: fusione tra quattro ruote e aeronautica

Ecco la Pagani Huayra Tricolore: fusione tra quattro ruote e aeronautica
di

Alcuni giorni fa Pagani aveva stuzzicato gli appassionati di motori con un breve trailer, il quale annunciava l'imminente presentazione di una hypercar dalle caratteristiche peculiari, particolarmente incentrate sul mondo dell'aeronautica.

Adesso abbiamo finalmente avuto modo di ammirare l'ultimo prodotto del brand: a ben 11 anni dall'arrivo della unica Zonda Tricolore che celebrò le Frecce Tricolori, la casa automobilistica italiana vuole fare ancora una volta un omaggio alla divisione acrobatica dell'Aeronautica Militare italiana.

E' per questo motivo che vi mostriamo, attraverso la nutrita galleria di immagini in fondo alla pagina, la Pagani Huayra Tricolore. Come era lecito aspettarsi, a muoverla ci pensa il solito arrabbiatissimo V12 twin-turbo da 6,0 litri capace stavolta di erogare ben 840 cavalli di potenza (due in più della Imola e della Huayra Roadster) e 1.100 Nm di coppia, andando a pareggiare l'obiettivo che il brand si era posto quando espresse l'intenzione di partecipare al Salone dell'Automobile di Ginevra, ovviamente cancellato per la pandemia di coronavirus.

Tutta l'esuberanza del bolide viene convogliata verso le sole ruote posteriori attraverso un cambio sequenziale a doppia frizione e sette rapporti, che provvede a muovere un peso complessivo a secco di appena 1.270 chilogrammi. Giusto per far capire di cosa stiamo parlando, la Pagani Huayra Tricolore pesa all'incirca quanto una Volkswagen Golf con motore a tre cilindri.

A ogni modo l'aspetto più importante di questo esemplare è quello estetico poiché, proprio come la Zonda Tricolore, questa Huayra va a rassomigliare al jet d'addestramento e aereo d'assalto Aermacchi MB-339. Oltre alla livrea col Tricolore, la vettura adotta un paraurti anteriore ridisegnato e dotato di uno splitter maggiormente prominente, mentre delle grosse prese d'aria ne convogliano una quantità maggiore verso il motore. Le differenze coinvolgono anche la nuova presa d'aria sul tetto, e al retrotreno un diffusore rivisto incolla ancora di più la Huayra al suolo. Infine troviamo un alettone posteriore esclusivo per la Tricolore ricavato da un singolo pezzo in fibra di carbonio.

Particolare attenzione è stata rivolta all'abitacolo, dove un fantastico pomello del cambio in alluminio e carbonio ha ricevuto uno "speciale trattamento per la trasparenza." Il tredicesimo elemento della tavola periodica fa capolino pure in altre aree, mentre i sedili sono stati realizzati in un tema in blu e bianco.

A questo punto la stragrande maggioranza dei lettori si sarà già fatta un'idea sul prezzo al consumatore, ma ci teniamo a precisarlo: si parla di circa 5,5 milioni di euro per ogni esemplare, al netto delle tasse e degli optional.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1
Pagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra RoadsterPagani Huayra Roadster