La nuova Pagani avrà un twin turbo e arriverà nel 2022: il suo nome in codice è C10

La nuova Pagani avrà un twin turbo e arriverà nel 2022: il suo nome in codice è C10
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La Pagani Huayra avrà un’erede, ed è più vicina del previsto. Per il momento il suo nome in codice è C10, ma la vettura c’è e ha già svolto dei test in pista., In un’intervista lasciata ai giornalisti di Quattro Ruote, Horacio Pagani ha svelato alcuni dettagli sulla nuova sportiva di San Casario sul Panaro.

La Pagani C10 non è un progetto dell’ultimo minuto, anzi il suo primo bozzetto è datato 2017, ma adesso è un prototipo funzionante, ed è stato provato anche da Horacio in persona, che non si considera un pilota veloce, quanto un guidatore molto attento a quello che l’auto trasmette, e questo è fondamentale per dare un’anima alle sue vetture, che devono diventare a immagine e somiglianza di quello che partorisce la sua mente.

Durante l’intervista ha svelato che l’inedita sportiva monterà un nuovo propulsore Mercedes-AMG twin-turbo V12 da 6.0 litri di cilindrata (per farvi un'idea, ascoltate il sublime urlo della Pagani Huayra R) con una potenza che dovrebbe essere 30-40 CV superiore rispetto a quella erogata dalla Huayra. I clienti potranno inoltre sceglierla con un cambio automatico a doppia frizione, o con la classica trasmissione manuale.

L’elemento chiave della C10 non sarà però la potenza bruta, quanto il peso: l’azienda si è infatti concentrata sulla riduzione della massa totale dell’auto, tenendo a mente ogni minimo dettaglio che entrasse in gioco nel progettare la vettura.

L’erede della Pagani HHuayra dovrebbe mostrarsi al pubblico presso il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci a Milano, in un periodo stimato tra giugno a settembre 2022. L’idea dell’azienda è quella di costruire circa 280-300 esemplari, cifra che tiene già conto delle eventuali e inevitabili versioni speciali della C10, e a quanto pare sono già state vendute ai potenziali clienti.

Molto probabilmente sarà l’ultima vettura della casa ad avere un motore esclusivamente termico, dato che dal 2026 passerà a propulsori ibridi a causa dell’inasprimento delle norme anti inquinamento. Per quanto riguarda l’elettrico, i clienti Pagani non sembrano interessati a questo genere di powertrain, ma di recente abbiamo visto che l’Arabia Saudita ha acquistato delle quote Pagani per aiutarla nella ricerca e lo sviluppo in ottica futura.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
2