L'odore di auto nuova scomparirà presto, ecco perché

L'odore di auto nuova scomparirà presto, ecco perché
di

Per molti automobilisti l'odore della macchina nuova è un qualcosa di inebriante, e fa assolutamente parte del processo di affezione, o di innamoramento, verso il veicolo. Il fatto è talmente sentito che nel Regno Unito una compagnia ha cominciato a vendere un profumo chiamato "Eau De New Car".

Bene, questo peculiare e intimo piacere potrebbe divenire presto una caratteristica del passato a causa delle regolamentazioni più restrittive. In un report esaustivo pubblicato dai ragazzi di Autocar ci viene spiegato che l'odore viene provocato da otto sostanze, denominate composti organici volatili (VOC): nello specifico parliamo di acetaldeide, acroleina, benzene, etilbenzene, formaldeide, stirene, toluene e xilene.

Il problema, per la stragrande maggioranza della popolazione, non si pone. Purtroppo però alcuni individui risultano allergici a uno o più dei composti appena menzionati, subendo reazioni come irritazione agli occhi, vertigini, fiato corto, affaticamento, nausea e tante altre. Per loro salire in una macchina nuova di zecca è un disastro, ma questo vale anche per i mesi successivi all'acquisto, dato che questi composti non spariscono in pochi giorni.

E' sempre Autocar a farci sapere che il numero maggiore di casi relativi alle reazioni allergiche dovute ai VOC è stato registrato in Asia. Nel 2005 ad esempio, più della metà degli 800 nuovi acquirenti di auto intervistati dal ministero dell'ambiente, delle infrastrutture e dei trasporti coreano, ha mostrato sintomi definiti all'epoca come "sindrome del mal d'auto". A causa di ciò la Corea del Sud dispone già di una regolamentazione nel merito, e questo vale anche per Giappone e Russia.

Sulla scia di questi Paesi si è mossa anche la Cina, che nel 2012 ha introdotto le "linee guida per la valutazione della qualità dell'aria relativa alle autovetture." Questa specifica normativa ha portato Ford a compilare un brevetto il quale spiegava come avrebbe rimosso gli odori dell'abitacolo in modo completo. Tra pochi mesi, sempre in Cina, linee guida di questo tipo, e cioè su base volontaria, saranno rese obbligatorie per i veicoli di classe M1 (autovetture con un massimo di otto posti a sedere). Neanche l'Unione Europea è stata a guardare, ma la Commissione economica per l'Europa si è fermata a delle linee guida pubblicate nel 2014, non potendo forzare gli stati sovrani a intervenire immediatamente.

In chiusura, passando dalla sicurezza all'ambiente, vi consigliamo di dare un'occhiata alla Oceanbird: una enorme nave cargo che trasporta 7.000 auto con la sola forza del vento. Grazie a lei potrebbe innescarsi un cambiamento che gioverebbe alla qualità dell'aria, ma in parallelo si pensa anche alle imbarcazioni ibride.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
3