Il Nurburgring intitola una curva del circuito a Sabine Schmitz, la regina del Green Hell

Il Nurburgring intitola una curva del circuito a Sabine Schmitz, la regina del Green Hell
di

Per gli amanti del motorsport e soprattutto del Nordschleife, la scomparsa di Sabine Schmitz, avvenuta lo scorso marzo a causa di un tumore, è ancora una ferita aperta. Da quel giorno sono iniziate subito le petizioni per intitolarle una curva del leggendario circuito, e da oggi il suo nome resterà legato indissolubilmente con esso.

Lo staff del circuito infatti ha dichiarato che la prima curva del Green Hell porterà il suo nome, diventando così la “Sabine-Schmitz-Kurve", e se vi state chiedendo il perché di tanto rumore, sappiate che Sabine è stata la prima ed unica donna ad aver vinto la 24 ore del Nurburgring, per due anni consecutivi, nel 1996 e 1997. Inoltre ha guidato i Ring Taxi, le auto utilizzate per portare gli ospiti e i clienti in giro per il circuito, con lo scopo di far vivere le sensazioni forti che provano i piloti.

Un altro dei momenti più alti della sua carriera è legato a TopGear e al famoso tentativo di scendere sotto i 10 minuti alla guida di un Ford Transit van. Insomma, il Nurburgring non aveva segreti per Sabine: è cresciuta nella città di Nurburg e nella sua carriera ha percorso circa 33.000 giri sui 20 km del circuito che corre tra le colline dell’Eifel.

Il nome della curva cambierà in forma ufficiale il prossimo 11 settembre, in occasione della ROWE 6 Hours ADAC, tappa della Nurburgring Endurance Series. Dato che negli ultimi anni la pilota correva con Porsche, ne approfittiamo per proporvi un giro sotto i 7 minuti, a bordo della 911 GT3 RS MR di Manthey Racing.

FONTE: Autoblog
Quanto è interessante?
2