Il nuovo CEO BMW spinge sulla tradizione come il suo predecessore

Il nuovo CEO BMW spinge sulla tradizione come il suo predecessore
INFORMAZIONI SCHEDA
di

BMW non sta certamente passando uno dei periodi migliori della sua storia, dopo 30 anni di servizio il CEO Harald Krüger ha lasciato il gruppo in seguito a risultati finanziari al di sotto delle aspettative - anche per via di un ritardo in campo elettrico.

Il mese prossimo prenderà il suo posto Oliver Zipse, le idee sull'elettricità però sembrano essere identiche al predecessore. Il manager 55enne avrebbe infatti dichiarato ad Automotive News Europe: "Possiamo prevedere il successo della Serie 3 con estrema sicurezza. Prevedere qualcosa nel campo della elettro-mobilità invece è più difficile, devi essere molto flessibile, altrimenti è davvero difficile avere successo sul mercato."

Una dichiarazione che lascia aperte molte possibilità, anche se si capisce chiaramente come BMW voglia premere ancora sulla tradizione, guardando con cautela allo switch elettrico. Nonostante questo ricordiamo che la compagnia ha annunciato l'arrivo di 25 nuovi modelli elettrificati entro il 2025, appena ieri inoltre ha mostrato nuovi dettagli a proposito del crossover elettrico iNEXT.

Il gruppo potrebbe poi avere dei piani per rendere 100% elettrica la gamma Mini, che di recente ha lanciato la Mini Cooper SE. Ottime notizie certo, vista la piega presa dal mercato, allo stesso tempo però BMW non sta investendo su una nuova piattaforma 100% elettrica, continua a spingere sui motori tradizionali e utilizza le medesime piattaforme per le EV, cosa che potrebbe costare molto cara fra qualche tempo. Molti si aspettavano dichiarazioni precise dal nuovo CEO, di rinnovamento totale, per ora però bisognerà attendere ulteriormente per sapere qualcosa di più. Che il neo-CEO stia prendendo del tempo?

FONTE: Electrek
Quanto è interessante?
1