Nuove immatricolazioni: a gennaio 2019 calo del 7,55%, crollo FCA

Nuove immatricolazioni: a gennaio 2019 calo del 7,55%, crollo FCA
di

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diffuso i dati relativi alle nuove immatricolazioni di gennaio 2019, che hanno registrato un calo del 7,55% e un totale di 164.864 unità.

Una partenza lenta, dunque, in rapporto a gennaio 2018, dovuta sostanzialmente all'incertezza dell'offerta e al quadro economico generale, secondo il Centro Studi Promotor - e a marzo partirà l'ecotassa. A pagare lo scotto più alto è il Gruppo FCA, che a gennaio 2019 ha visto un calo delle vendite del 21,64% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, immatricolando 39.773 vetture. La sua quota di mercato, sempre relativa a gennaio, è così scesa al 24,12% dal 28,46%, ovvero un -4,34%.

Altro dato interessante viene dalla scelta del carburante: per la prima volta dal settembre 2003, conferma l'Anfia, le vetture benzina vendute hanno superato le diesel. Il gasolio è infatti in calo del 31%, con una quota generale del 41%, le auto a benzina invece rappresentano a gennaio 2019 il 45% del totale, con un aumento del 28%. In crescita le alimentazioni alternative: +3,5% e una quota generale del 13,7%, con il solo metano in frenata. Delle 164.864 immatricolazioni di gennaio 2019, 19.754 hanno riguardato i noleggi a lungo termine, ovvero l'11,9% del totale.

Quanto è interessante?
4