di

Le BMW marchiate dalla lettera M sono da sempre vetture predisposte ad una guida votata alla spettacolarizzazione delle linee con sbandate degne del campionato Formula Drift, ma le nuove M3 e M4 vengono addirittura vendute con il Drift Analyser che “giudica” le nostre gesta, ma vediamo cosa succede quado alla guida ci sono drifter esperti.

La casa bavarese non ha mai celato le doti giocose delle sue vetture, ma per i nuovi modelli basati sulla Serie 3 e Serie 4 ha stretto una collaborazione con i Red Bull Driftbrothers, ossia Elias e Johannes Hountondji, i migliori drifter europei, che hanno colto al volo l’occasione per mostrarci cosa siano in grado di fare due vetture appena ritirate da un concessionario – ovviamente in un contesto sicuro come la pista.

Dopo aver preso confidenza con le auto all’interno del paddock di Hockenheim, è arrivato il momento di scendere in pista, per spingere al limite le due M e capire di che pasta siano fatte. I ragazzi si sono divertiti per qualche giro, e sul finale del video hanno deciso di utilizzare il Drift Analyzer, un dispositivo in grado di valutare i parametri fondamentali della guida di traverso, molto simili ai metodi di giudizio utilizzati durante le competizioni di drift.

Il sistema tiene traccia dell’angolo di sbandata, della velocità durante la curva, dei gradi di sterzo utilizzati, ma anche la lunghezza della derapata stessa, per poi restituire un giudizio basato su 5 stelle.

Nonostante il look chiacchieratissimo del frontale, la M3 e la M4 sembrano perfettamente a loro agio in pista, specialmente guidando in derapata, tanto da aver lasciato un sorriso stampato sul volto dei due piloti, rimasti sorpresi dalle capacità offerte dall’auto in relazione al fatto che si tratta di una vettura costruita per essere usata quotidianamente in strada.

Le prestazioni delle due auto non sono certo una novità, vedendo i numeri fatti segnare dalla M3 sulle Autobahn tedesche, se però non siete amanti della trazione posteriore, ci sono le nuove M3 e M4 Competition, che offrono la trazione integrale M xDrive.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1