Le nuove batterie Tesla dureranno 20 anni e costeranno meno

Le nuove batterie Tesla dureranno 20 anni e costeranno meno
di

Presto le batterie Tesla costeranno meno, si parla di neppure 100 dollari per kWh. A dirlo non siamo ovviamente noi ma Jeff Dahn, responsabile della ricerca e dello sviluppo proprio delle batterie dell'azienda di Elon Musk.

Un uomo chiave per il CEO californiano, che lavora in questo settore dal 1978 e ha assistito allo sviluppo di tutte le ultime tecnologie nel campo. In una recente intervista Dahn ha detto di attendere un costo per kWh inferiore a 100 dollari, circa 89 euro, il che farà sicuramente sgonfiare in parte i listini - a tutto vantaggio del cliente.

Questo ovviamente non andrà a discapito della qualità degli accumulatori o della loro densità, che anzi sarà maggiorata. Dahn sta lavorando per eliminare il cobalto dalla chimica delle batterie, elemento che più di altri fa oggi lievitare il prezzo, cosa che dovrebbe avvenire nel giro di due anni. Per fare un esempio pratico, con la nuova tecnologia Tesla una Model S potrebbe arrivare a costare anche 20-30.000 euro in meno.

Dahn e il suo team stanno lavorando per far costare una batteria da 75 kWh circa 7.500 dollari, un accumulatore estremamente affidabile che non ha bisogno di manutenzione e con 20 anni di vita. Grazie a un nuovo additivo infatti, il carbonato vinilene, le batterie potrebbero arrivare a sopportare anche 1.200 cicli completi di carica. Per il settore sarebbe la sicura svolta, con pacchi batterie da cambiare con meno frequenza (o per niente, chi tiene una macchina più di 20 anni...?) e con costi maggiormente ottimizzati. Bisogna solo sperare che Tesla sviluppi queste batterie al più presto. Parallelamente l'azienda ha già lanciato i grandi Megapack da 3 MWh per utilizzi esterni alle auto.

Quanto è interessante?
7