La nuova Volkswagen Golf R doveva essere a 5 cilindri: Audi ha detto no

La nuova Volkswagen Golf R doveva essere a 5 cilindri: Audi ha detto no
di

A fine 2019 abbiamo assistito al lancio in pompa magna della nuova Volkswagen Golf 8, anche in versione ibrida, GTI, GTE e GTD. Ebbene sul mercato arriverà anche una potente Golf R di ottava generazione, anche se non quanto avrebbe dovuto essere.

La nuova Golf R infatti avrebbe dovuto montare, secondo i piani iniziali di Volkswagen, un potente 5 cilindri TFSI da 2.5 litri, qualcuno però non ha voluto. Stiamo parlando di Audi, che ha messo sul piatto diverse "scuse" per non accontentare i "cugini di gruppo". Sembra infatti che il marchio tedesco premium abbia negato il 5 cilindri alla nuova Golf R per non mettere i bastoni fra le ruote all'Audi RS3, alla TT RS e persino al Q3 RS - che non a caso montano il propulsore turbo a 5 cilindri in oggetto.

Inoltre, sempre secondo Audi e un report pubblicato da Autovisie, "Costruire un 5 cilindri non è affatto facile, richiede un processo lungo e laborioso, sarebbe stato difficile aumentare i volumi", dunque la Golf R 2020 avrebbe potuto far saltare i piani produttivi attuali. Per questo la nuova R dovrà accontentarsi di un 2.0 4 cilindri da 330 CV, continuando così una sorta di maledizione.

Già con la settima generazione ci si aspettava una Golf R al di sopra dei 400 CV, come preannunciato dal concept R400 dell'epoca, poi però lo scandalo Dieselgate ha fatto optare per un modello più "sobrio". Vedremo mai, presto o tardi, una Golf R al di sopra dei 400 CV?

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
2