Nuova Volkswagen Golf R: tutte le novità dai 320 CV alla modalità drift

Nuova Volkswagen Golf R: tutte le novità dai 320 CV alla modalità drift
di

Squadra che vince non si cambia, Volkswagen non stravolge la Golf R e si limita a perfezionarla per l'ottava generazione, dando così agli appassionati la Golf R più veloce e comoda di sempre.

Il legame più evidente con la scorsa generazione è sotto al cofano, dove si trova il 2,0 litri quattro cilindri turbo EA888. Nella nuova versione sprigiona 320 CV di potenza massima e 420 Nm di coppia. Sono 20 CV e 20 Nm in più della Golf 7 R. I clienti possono scegliere tra un cambio manuale a sei velocità o un sette marce doppia frizione automatico. Con l'ultimo equipaggiato la nuova Golf R scatta da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi. La velocità massima è di 250 km/h e sale a ben 270 km/h con il pacchetto R-Performance.

La potenza è gestita da una versione migliorata del sistema 4Motion, già visto nella Golf 7 R: ben il 50% della potenza può essere inviata alle ruote posteriori. Alla festa si aggiunge un differenziale posteriore elettronico con funzione torque-vectoring, elemento che ha permesso a VW di aggiungere una modalità Drift (esclusiva del pacchetto R-Performance) e di perfezionare la configurazione adatta alla pista. La Golf 8 R ha già dimostrato di essere veloce al Nürburgring, con pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 la hot hatch di VW ha girato in 7 minuti e 51 secondi, 19 secondi più veloce della precedente R ma sette secondi più lenta di una Honda Civic Type R, nota soprattutto per il tempo che ha fatto segnare a Suzuka.

La Golf R offre anche il Vehicle Dynamics Manager, "cervello elettronico" che ha debuttato nella Golf 8 GTI. Il VDM coordina molti elementi della vettura, come ad esempio il già citato torque-vectoring, sospensioni e i sistemi di antibloccaggio frenata. Il guidatore può visualizzare sul quadro strumenti il comportamento del VDM o, cambiando schermata, visualizzare dati come la pressione di sovralimentazione del turbo o la temperatura dell'olio della trasmissione. All'interno, che piaccia o meno, gli schermi la fanno da padrone. Al cruscotto completamente digitale si aggiunge lo schermo dell'infotainment da 10 pollici al centro del cruscotto. Tante le funzioni "tecnologiche" tra le quali spiccano i comandi touch del volante. L'icona "R" blu adorna sedili (per la prima volta disponibili in Nappa, come optional), cruscotto e volante. Quest'ultima "R" è la più speciale di tutte: premendola si attiva la modalità Race.

FONTE: TheDrive
Quanto è interessante?
1
Volkswagen GolfVolkswagen GolfVolkswagen GolfVolkswagen GolfVolkswagen GolfVolkswagen Golf