Nuova Mercedes Brabus Rocket: un razzo da 1.000 cavalli, una supercar a 5 porte

Nuova Mercedes Brabus Rocket: un razzo da 1.000 cavalli, una supercar a 5 porte
di

La nuova BRABUS Rocket 1000 rappresenta un'opera unica nel suo genere, persino tra le molteplici creazioni straordinarie realizzate da BRABUS. Basata sulla Mercedes-AMG GT 63 S E-PERFORMANCE, questa vettura sfrutta la tecnologia ibrida per ottenere prestazioni straordinarie.

BRABUS da sempre si distingue per la sua capacità nel trasformare automobili esotiche e di lusso già prestigiose in autentiche opere d'arte su misura, sia attraverso personalizzazioni estetiche distintive, artigianato di altissimo livello, che rivoluzionari potenziamenti delle performance. Pensate che questa barca è stata rielaborata da BRABUS e ora ha 900 CV.

Il poderoso motore V8 biturbo da 4,5 litri, accoppiato a un sistema di propulsione elettrica di questa creazione, produce una potenza di 1.000 cavalli e una coppia massima di oltre 1.800 nm di coppia. Grazie alla trazione integrale, la Rocket 1000 si conferma all'altezza del suo nome, accelerando da 0 a 60 miglia orarie in meno di 2,7 secondi e raggiungendo una velocità massima limitata elettronicamente di 300 km/h.

Solo 25 esemplari di questa straordinaria creazione verranno prodotti, ognuno caratterizzato dall'effetto distintivo "1 Second Wow" tipico slogan di BRABUS. Il kit carrozzeria in fibra di carbonio a vista, oltre a conferire uno stile ispirato alle prestazioni, apporta miglioramenti aerodinamici, mentre le ruote monoblocco personalizzate da 21 pollici all'anteriore e da 22 pollici al posteriore completano il quadro.

L'eccellenza non si limita all'aspetto esteriore. Gli interni, incarnano il design distintivo di BRABUS e l'utilizzo di materiali pregiati per cui il marchio è rinomato. Con un prezzo di circa 450.000 euro, la nuova BRABUS Rocket 1000 rappresenta un'altra pietra miliare del brand (e costoso pre coloro che l'acquisteranno).

Arrivando a Mercedes, questa pianifica la consegna di 25 nuovi veicoli entro il 2024, ma potrebbe ridimensionare l'impegno verso i modelli elettrici a favore di quelli a combustione e ibridi. Si parla inoltre di un ritorno a modelli entry-level e un0attenzione all'elettrificazione post posta al futuro.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi