INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il video in alto, caricato su YouTube dal canale Hajima Channel ci consente di dare un'occhiata ai progressi in termini di performance da parte dei produttori cinesi di auto elettriche, i quali stanno raggiungendo dei livelli tecnici e qualitativi davvero niente male.

La BYD Han ad esempio ha fatto il suo debutto in Cina nel corso di questa estate per provare a dare battaglia alla Tesla Model 3 nel segmento delle berline medie elettriche, almeno per quanto concerne il mercato locale.

Secondo il produttore, la vettura è capace di passare da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi, riuscendo a ritrovarsi in linea o persino davanti a molte auto sportive con motore tradizionale. La clip di Hajima Channel vede infatti la berlina cinese difendersi alla grande contro una Lamborghini Huracan, una Tesla Model 3, una GLE AMG e un'Audi S4.

Purtroppo non abbiamo alcun contesto in merito a queste sfide, non abbiamo tempi effettivi sullo 0 a 100 km/h, sulla percorrenza del quarto di miglio, sullo stato di carica eccetera. Tra le altre cose il comportamento dei conducenti è parso spesso altalenante, con tanto di false partenze o reazioni poco fulminee, per cui consigliamo di prendere con le pinze ogni esito.

E' indubbio però che la BYD Han percorra i primi metri delle gare in modo fulmineo, anche se ci sarebbe piaciuto vedere una vera e propria sfida sul quarto di miglio. Comunque, a chi non dovesse conoscere le specifiche della EV cinese possiamo sottoporre qualche dato: l'autonomia massimale con trazione anteriore e pacco batterie da 77 kWh si attesta sui 605 chilometri per singola carica (nel generoso ciclo NEDC), mentre la variante all-wheel drive non supera i 550 chilometri. La tecnologia delle celle è la LFP, che permette una ricarica dal 30 all'80 percento in 25 minuti, mentre 10 minuti alla colonnina immettono un range di 135 chilometri. Riguardo la potenza, la versione a trazione anteriore si attesta sui 221 cavalli, mentre quella a trazione integrale si spinge fino ai 493 cavalli.

Attenzione però ai pacchi batterie dotati di celle LFP: la tecnologia al litio-ferro-fosfato consente ai produttori di abbattere considerevolmente i costi, ma può causare seri disagi in caso di freddo estremo.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1