di

Torniamo a parlare di una questione alquanto spinosa, alla quale è difficile - in generale - dare una soluzione definitiva: quanta autonomia perde una Tesla Model 3 passando una notte sotto lo zero?

La prova ci arriva questa volta dall’utente di YouTube Saskatoon, che in un nuovo video racconta la sua esperienza in Canada, dove ha parcheggiato una Model 3 per un’intera notte al freddo, a -17 gradi. Ovviamente la vettura non era collegata a una colonnina, l’esperimento mirava a vedere quanta autonomia andasse perduta a causa del freddo polare.

Il software Tesla sa riconoscere benissimo quando le temperature si fanno proibitive, sul touchscreen infatti appare un fiocco di neve e sulla batteria appare un’intera porzione di autonomia “non utilizzabile” a causa del freddo. Ebbene dopo 15 ore di parcheggio sotto la neve, la Model 3 in questione ha perso il 9% di carica, 44 km su un totale di 362 km.

Una cifra tutto sommato comprensibile, viste le bassissime temperature di stagione, sarebbe interessante però svolgere un test simile con una Model Y, che al contrario della Model 3 possiede una pompa di calore utile proprio a preservare l’autonomia a basse temperature. Speriamo che anche la Model 3 ne abbia una, presto o tardi...

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
1