Nissan potrebbe ridurre i profitti dei concessionari per rientrare nei costi dell'Ariya

Nissan potrebbe ridurre i profitti dei concessionari per rientrare nei costi dell'Ariya
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il costo di ricerca e sviluppo che precede la messa in produzione di una nuova vettura può gravare molto alle casse delle case automobilistiche. La Nissan Ariya, il suv elettrico dell'azienda giapponese, potrebbe costringere la compagnia ad una decisione destinata potenzialmente a far discutere.

L'Ariya è stata progettata con cura da Nissan che ha lavorato attentamente al design quanto agli interni, un suv elettrico che dovrebbe garantire 400 Km di autonomia stando alle parole della casa madre. Ad ogni modo, il noto portale di Automotive News ha recentemente pubblicato un'indiscrezione da parte dell'azienda nipponica circa una probabile rimodulazione degli accordi con i concessionari in merito alle vendite della Ariya.

Stando alla fonte, dunque, Nissan vorrebbe ridurre del 2,5% i profitti dei concessionari, attualmente all'11% per quanto riguarda il mercato delle auto a gas. L'azienda non avrebbe risposto alle domande della testata circa le veridicità di questi report, tuttavia qualche concessionario ha già sollevato parecchie perplessità in merito a questa eventualità dal momento che non ritengono di dover accusare loro il maggior costo di produzione di una vettura, invitando la casa madre ad aumentare il prezzo di listino del veicolo anziché danneggiarli direttamente. Ovviamente, ridurre i costi nel mercato elettrico, soprattutto per l'Ariya fissata al prezzo di 46mila dollari, è un obiettivo importante per Nissan che non vuole d'altro canto sfavorire la competitività economica del proprio suv.

E voi, invece, cosa ne pensate di questa situazione? Diteci la vostra opinione a riguardo con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
0