di

Il documentario Netflix su Michael Schumacher, battezzato semplicemente "Schumacher", è in dirittura d'arrivo. Gli abbonati al servizio potranno gustarselo a partire dal 15 settembre. Nonostante sia stato annunciato a luglio, soltanto nella giornata di ieri è stato pubblicato il primo trailer.

Nel documentario sembra aver molto spazio la famiglia del campione, molti gli spezzoni con la moglie Corinna e non manca il figlio Mick, attualmente pilota di Formula 1 con la Haas, che al padre dedica queste parole: “Quando lo guardo, penso: voglio essere così”.

Non è un caso che la storica manager di Schumacher, Sabine Kehm, abbia definito la pellicola come “il dono della famiglia al loro amato marito e padre”.

La regista del documentario, Vanessa Nocker, ha affermato che Corinna Schumacher è stata “il nostro più grande sostegno” nella realizzazione del film, definendola “una donna da cui trarre ispirazione e cordialissima che ha lasciato un ricordo indelebile su tutti noi”.

Nell'anteprima appare anche Sebastian Vettel, quattro volte campione di Formula 1 e attuale pilota di Aston Martin F1. Non è un segreto che il tedesco abbia avuto Schumacher come punto di riferimento durante la sua carriera.

“Nella sua ricerca della perfezione non ha risparmiato né se stesso né la squadra, guidandoli verso i più grandi successi. È ammirato in tutto il mondo per le sue doti di leadership. Ha trovato la forza per questo lavoro e l'equilibrio a casa, con la sua famiglia, che lui ama follemente”, ha concluso Sabine Kehm.

Schumacher ha sempre separato sfera privata e professionale, il documentario vuole unire questi due elementi dando un'immagine genuina e veritiera del sette volte campione del mondo.

Quanto è interessante?
2