Nella Formula E debutta l'Attack Mode, come in un videogioco arcade

di

Il prossimo 15 dicembre prenderà il via, nella suggestiva e inedita cornice dell'Arabia Saudita, una nuova stagione di Formula E. Un campionato rinnovato su più fronti, che mette a disposizione dei piloti non solo auto elettriche più performanti, anche la particolare Modalità Attacco (Attack Mode).

Nella pratica, si tratta di un boost di potenza che viene concesso ai 22 piloti per un periodo limitato, a partire dal secondo giro. Dai 200 kW previsti di norma, si può saltare a 225 kW, un'idea che ovviamente apre a diverse possibilità, a sorpassi spettacolari come a errori di traiettoria dovuti alla velocità aggiuntiva e quant'altro.

Si rende insomma le gare di Formula E ancora più "pepate" rispetto al recente passato, cercando di catturare la curiosità di un pubblico sempre maggiore. Inoltre sarà la FIA a decidere, prima di ogni singola gara, in quale momento sarà consentito avviare il boost e per quanto tempo, lasciando poi la palla ai vari team e ai piloti, che dovranno pensare alla migliore strategia possibile per la vittoria - magari proprio in corsa.

Verranno decisi in anticipo anche i punti o le curve in cui sarà possibile attivare l'Attack Mode, mostrati a casa tramite delle grafiche apposite, mentre per il pubblico pagante ci saranno dei LED che cambieranno colore direttamente sul corpo delle monoposto. La Formula E diventa dunque sempre più vicina a un videogioco di corse arcade, in cui tutto può succedere.

Quanto è interessante?
3

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!