Nardone Automotive riporta in vita la Porsche 928 con una restomod al Salone del Mobile

Nardone Automotive riporta in vita la Porsche 928 con una restomod al Salone del Mobile
di

Sono passati 45 anni da quando Porsche presentò al pubblico la 928, la prima vettura nella storia della casa di Zuffenhausen ad aver montato un motore V8 e che grazie al suo look venne eletta come auto dell’anno. Una GT nata per sostituire la 911 e che invece è stata quasi dimenticata. Oggi torna in veste di restomod grazie a Nardone Automotive.

Infatti al Salone del Mobile 2022 è presente una 928 “rivista” da Thierry Nardone, fondatore di Nardone Automotive, che ha deciso di creare un tributo alla Porsche 928, un modello che ha amato sin da subito. E precisiamo che non si tratta di una semplice show car: terminato il salone a Milano, la vettura farà il suo debutto in “pista” sull’asfalto del Festival of Speed di Goodwood.

Come ogni restomod che si rispetti, anche la 928 by Nardone è un mix perfetto tra passato e presente, con la vettura che sfoggia le sue forme caratteristiche assieme ad alcuni dettagli più moderni e al passo con i tempi, a partire dai gruppi ottici che adottano la tecnologia a LED e che sul frontale continuano ad essere “mobili” con un funzionamento simile a quelli a scomparsa, mentre al posteriore mantengono le forme della 928 ma uniti da una striscia luminosa unica che riporta alla mente le nuove 911 e Taycan.

La carrozzeria è realizzata interamente in fibra di carbonio ed è notevolmente più larga, specialmente al posteriore, così da donarle un look più muscoloso ma al contempo fedele alla versione originale, mantenendo quindi una linea pulita e filante. Il look più aggressivo è dato anche dai nuovi cerchi in lega forgiati da 18 pollici al posto dei 16 pollici originali, ben inglobati all’interno dei passaruota grazie ad un assetto ribassato che la rende ancor più sportiva.

Gli interni seguono lo stesso principio degli esterni, quindi l’abitacolo è caratterizzato da un look minimal e fedele all’originale, ma con l’aggiunta di un pizzico di modernità, come la strumentazione digitale e un piccolo display a colori attraverso il quale è possibile controllare l’interfaccia Apple CarPlay (a proposito, qui trovate tutte le novità di Apple CarPlay presentate durante il WWDC 2022).

Ovviamente sotto al cofano c’è ancora il V8 della vettura originale, che però è stato ritoccato, e grazie ad una nuova centralina la sua potenza è salita a quota 400 CV, e viene scaricata a terra attraverso un nuovo cambio manuale che abbandona le 5 marce originali in favore di una trasmissione a 6 rapporti.

La potenza è aumentata, ma anche le doti dinamiche della vettura si sono evolute di pari passo, con un impianto frenante maggiorato, nuove sospensioni adattive a controllo elettronico, bracci e portamozzi ridisegnati e servosterzo elettrico che varia il carico in base alla velocità.

Quanto è interessante?
1
PorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorschePorsche