Napoli: non pagavano il bollo auto grazie a parenti disabili deceduti

Napoli: non pagavano il bollo auto grazie a parenti disabili deceduti
di

Mentre a Palermo viene assegnata la maglia nera degli incidenti, capitale italiana della "guida incosciente", a Napoli qualche furbetto di troppo ha truffato lo Stato sul bollo auto.

Sono state infatti pizzicate dodici persone con familiari disabili deceduti da anni, ma che nonostante questo fruivano in modo indebito dell'esenzione del bollo auto. Ricordiamo che la legge italiana permette, nel caso in cui un veicolo sia intestato a una persona disabile oppure a un familiare che vi risulti a carico (o viceversa), l'esenzione totale del bollo auto. Nel caso in cui la richiesta venga avanzata da un parente, per ottenere l'esenzione è fondamentale che il proprio reddito sia inferiore o uguale a 2.840,51 euro - dunque si parla di casi davvero limite. Inoltre ci sono limitazioni relative alla cilindrata: fino a 2000 cc per i veicoli a benzina e fino a 2800 cc per i veicoli diesel.

Le dodici persone scovate dalla Guardia di Finanza di Napoli non hanno versato alla Regione Campania il bollo dovuto e hanno ora ricevuto un verbale di accertamento con sanzione pecuniaria - pari al triplo del beneficio ottenuto in modo illecito. Anche in questo caso vale la riduzione a un terzo se pagata entro 60 giorni dalla data di notifica dell'accertamento.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
6