I musei dell'automobile più belli del mondo, una lista

I musei dell'automobile più belli del mondo, una lista
di

Ogni volta che si programma un viaggio vale la pena di informarsi sulla presenza di eventuali musei dell'automobile nei pressi della nostra meta. Ognuno è a modo suo diverso, e spesso è un ottimo modo per vedere dal vivo perle rarissime del passato e del presente dell'automotive.

Ci sono quelli ufficiali delle case automobilistiche, altri invece danno una panoramica complessiva, e altri ancora preferiscono concentrarsi su un particolare aspetto della storia dell'auto.

La redazione della rivista Autocar ha stilato un'interessante lista di quelli che reputa essere i musei dell'auto più belli di sempre.

La lista si apre con British Motor Museum, che si trova a Gaydon. Custodisce la notevole collezione da 300 auto del British Motor Industry Heritage Trust. Dà uno sguardo sull'affascinante storia dell'industria automobilistica inglese, e non a caso nella collezione troviamo le LG, Mini e Land Rover più antiche tra quelle ancora integre.

Si prosegue con un altro muso britannico, quello di Beaulieu. È stati fondato da Lord Montagu nel 1952, anche questo ha una collezione davvero notevole, con 250 veicoli di diverse epoche e categorie, tra cui il Bluebird-Proteus CN7 di Donald Campbell, una saetta che nel 1964 riuscì a superare i 708Km/h.

Un altro museo decisamente peculiare è quello di Brooklands, con i suoi casolari d'epoca. Risale addirittura al 1907 ed include alcuni veicoli semplicemente incredibili dell'inizio del secolo scorso, tra cui l'auto da corsa Napier-Railton del 1933.

Ci spostiamo quindi in Cina, dove troviamo il museo dell'automobile di Pechino. Il focus è sull'automotive cinese, il che lo rende estremamente affascinante, dato che tendenzialmente gli occidentali sanno poco o nulla dei brand automobilistici cinesi. Trai veicoli più interessanti troviamo un'ampia gamma di mezzi speciali realizzati per i funzionari del Governo e del Partito comunista cinese — incluse alcune auto di Mao Zedong.

Autocar procede quindi a parlare dei musei americani, a partire da quello di Mullin: lo ha fondato Peter W Mullin, un grandissimo appassionato di auto francesi. Custodisce una collezione con diverse Delahaye, Delage, Bugatti, Voisin e Talbot-Lago. Probabilmente uno dei musei più peculiari di questa lista, ed è aperto solamente per poche ore alla settimana.

Arriviamo quindi in Italia, dove ovviamente non si può non menzionare il museo dell'Alfa. Museo Storico Alfa Romeo di Arese custodisce una settantina di auto semplicemente uniche, tra cui diversi prototipi e alcune delle vecchie glorie più iconiche del brand. Spesso vengono organizzate anche delle esposizioni speciali. Semplicemente un must per tutti gli appassionati.

Merita poi una menzione il museo di Blackhawk, negli USA. Ci sono diverse esposizioni, tra cui una dedicata all'automotive. Notevole, la collezione include veicoli del calibro della 1955 Dodge Firebomb.

Sempre negli USA è anche il Museo Lane di Nashville: una collezione incredibile di oltre 500 veicoli. Impossibile poi non menzionare il Museo Henry Ford, che con i suoi 1.6 milioni di visitatori all'anno è anche uno dei più visti d'America. Si estende per 300 acri, e se siete nei pressi di Dearborn non potete farvelo sfuggire.

In Olanda troviamo invece il museo di Louwman che vanta una collezione pazzesca di auto da corsa dell'Alfa Romeo. Quasi ai livelli del museo di Arese.

Trovate il resto della lista nel link in fonte.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
3
I musei dell'automobile più belli del mondo, una lista