Dalla Multipla 2 alla Stilo: 5 flop moderni di casa Fiat. Ve li ricordate tutti?

Dalla Multipla 2 alla Stilo: 5 flop moderni di casa Fiat. Ve li ricordate tutti?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel corso della sua storia Fiat ha sfornato tantissimi modelli vincenti. Un esempio è la Fiat Punto, che l'hanno scorso ha festeggiato i suoi primi 30 anni, e che risulta essere ancora oggi una delle vetture più richieste sul mercato dell'usato. Non mancano però i flop.

Anche una grande azienda come la Fabbrica Italiana Automobili Torino, che l'11 luglio compirà 125 anni e che per l'occasione presenterà la nuova Fiat Panda in versione più robusta e B-SUV, non è però esente da errori e nel corso della sua storia recente ha commesso qualche passo falso, auto belle e di qualità ma che evidentemente non sono state capite dal pubblico o che comunque hanno venduto meno di quanto ci si aspettasse.

Partiamo dalla seconda generazione della Fiat Croma, quella sfornata dal 2005 al 2010 e che aveva il difficile compito di bissare il successo della prima versione, ammiraglia anni '80 e '90 di casa Fiat. La nuova Croma venne proposta sotto le nuove vesti di crossover ma riuscì a vendere al massimo 37mila unità nel primo anno di vita, rispetto all'obiettivo minimo di 50mila.

Altro restyling poco fortunato è stato quello della Multipla, auto già chiacchieratissima nella sua prima serie, che venne riproposta dal 2004 al 2010, ma che non riuscì a convincere il pubblico nonostante di fatto avesse uno stile senza dubbio più “digeribile” rispetto al primo modello, eliminando il famoso scalino.

Anche la Fiat 500 L Living, prodotta fino a tre anni fa, 2021, dal 2013, non è mai riuscita a fare breccia nel pubblico, nonostante il suo ampio volume interno. Di fatto era “la nuova Multipla” ma alla fine è andata in pensione senza registrare alcun fuoco d'artificio in 8 anni di carriera.

Che dire poi della Fiat Stilo, vetture Segmento C che avrebbe dovuto rivaleggiare con la Golf e presente anche in vari allestimenti, 3 e 5 porte, ma anche station wagon e Abarth con una potenza fino a 170 cavalli. Alla fine la Stilo venderà “solo” 180mila unità, un numero interessante ma comunque ben al di sotto delle 400mila previste: non si può quindi parlare di vero e proprio flop ma comunque nei piani di Fiat vi era ben altro.

Chiudiamo con la Fiat 124 Spider che non è riuscita a cavalcare l'onda nostalgica che ha spinto al successo la 500. Di fatto una Mazda MX-5 camuffata da Fiat, venne venduta in sole 36.500 unità in quattro anni di carriera, dal luglio 2016 al 2019.