I motorini elettrici stanno salvando Cuba da una grave crisi del carburante

I motorini elettrici stanno salvando Cuba da una grave crisi del carburante
di

Si chiamano in gergo Motorinas, sono piccoli motorini elettrici importati dalla Cina. Non vanno particolarmente veloci, ma sono economici e, soprattutto, stanno aiutando Cuba a sopravvivere ad una grave carenza di carburante. L'isola ad ottobre ha ricevuto solo il 30% di carburante normalmente in circolazione.

Normalmente, scrive Electrek, Cuba riceve la stragrande maggioranza del carburante dal Venezuela. Con le nuove sanzioni e la crisi economica che ha devastato il Paese sudamericano, questa via di approvvigionamento è stata completamente tagliata.

Cuba si ritrova quindi nel pieno di una crisi del carburante, probabilmente la più grave della storia recente del Paese. Circolare con i mezzi a combustione è diventato proibitivo per una grande fetta della popolazione locale.

È qua che entrano in gioco i motorinas, come li chiamano i locali. Parliamo di scooter completamente elettrici prodotti in Cina. Sono molto popolari da diversi anni, ma ora il loro uso è diventato quasi provvidenziale per resistere a questo inaspettato periodo di magra.

Uno scooter cinese in media costa dai 1.800$ ai 2.300$. Molto meno di un veicolo a combustione di qualsiasi tipo. Ce ne sono già in giro 200.000. Non possono andare veloci, e per gli spostamenti fuori città sono decisamente poco utili: possono viaggiare ad una velocità massima di 50 Km/h.

Su sollecitazione del Governo i proprietari di scooter elettrico stanno aiutando anche il resto della popolazione, con un servizio a metà tra il taxi e il ride sharing su base completamente volontaria.

FONTE: Electrek
Quanto è interessante?
4