di

I motori delle autovetture sono dei piccoli concentrati di meccanica e tecnologia, ma sono anche capaci di resistere a sforzi e torture di ogni tipo. A tal proposito chi meglio di Garage 54 può dimostrare la resilienza delle parti meccaniche che compongono le nostre auto: questa volta ha sotterrato un motore di un minivan per un anno.

In particolare parliamo di un’unità Toyota 2CT diesel, che è stato alloggiato in un buco nel terreno circa un anno fa, ed è stato sotterrato ancora dotato di cablaggi, presa d’aria e radiatore, lasciati però esposti all’aria e alle intemperie del clima russo.

Il team di Garage 54 – l’ultima volta li abbiamo visti alle prese con una ruota da far roteare fino a 1000 km/h - si era dimenticato di aver piantato questo “seme meccanico”, ma grazie ai commenti dei loro iscritti anno corretto il tiro, e hanno deciso di dissotterrarlo. Prima di tutto però, andava tentata un’accensione, che ovviamente non è andata a buon fine, per un problema con il cavo di messa a terra.

Una volta portato in officina è stato sciacquato dalla terra in eccesso ma ancora non dava segni di vita. Nei dodici mesi passati nel sottosuolo, l’acqua è penetrata nei cilindri e il turbo si è completamente bloccato. In questa condizione era impensabile tentare un ulteriore accensione, quindi è stata fatta una veloce ma necessaria manutenzione.

Nelle prove successive il motore ha cominciato a borbottare nuovamente, ma con fatica. A questo punto, con l'ausilio di uno spray all’etere, che aiuta l’avviamento dei motori diesel, il motore ha ripreso vita, nonostante il turbo fosse ancora non funzionante e lo starter presentasse qualche problema di troppo.

Insomma, anche questa volta gli esperimenti fuori di testa di Garage 54 ci hanno lasciato senza parole.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1