MotoGP, Jorge Martin fa mea culpa: 'Ho perso perché ho voluto umiliare gli avversari'

MotoGP, Jorge Martin fa mea culpa: 'Ho perso perché ho voluto umiliare gli avversari'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il pilota della Pramac, Jorge Martin, ha fatto un'ammissione sorprendente riguardo al suo atteggiamento in MotoGP durante il Gran Premio d'Indonesia. Martin ha rivelato di aver ceduto al suo ego e al suo orgoglio, desiderando di "umiliare" i suoi avversari.

A detta sua, questo comportamento probabilmente gli è costato il titolo di campione del mondo. Il pilota spagnolo, noto per la grande fiducia che riporta in sé stesso, pare essersi reso conto dell'errore e ha promesso che non si farà più trasportare da simili atteggiamenti.

In particolare, Martin ha riflettuto sui progressi fatti durante l'anno, sottolineando l'importanza della coerenza. Ha ammesso che la gara in Indonesia, dove aveva la possibilità di vincere, è stata un momento doloroso, e che il suo essersi sentito superiore in quel momento ha avuto un impatto negativo sul risultato complessivo. La stagione ha favorito Francesco Pecco Bagnaia, che a Valencia si è incoronato campione del mondo per la seconda volta consecutiva.

Inoltre, Martin ha dichiarato che nelle gare di MotoGP è essenziale considerare vari aspetti, inclusa la gestione, la strategia e la consapevolezza della situazione di gara. Ha ammesso di aver commesso l'errore di affrontare ogni gara con un approccio troppo aggressivo e che la prossima stagione si impegnerà a migliorare la sua gestione in pista. Resta da vedere come queste lezioni influenzeranno la sua performance nella prossima stagione.

Il prossimo anno sia Martin che Bagnaia dovranno fare anche i conti con il "ritorno" di Marc Marquez, apparentemente rinato in seguito al passaggio in Ducati. Ben Spies ha affermato che Marquez vincerà il prossimo mondiale.