MotoGP, Bagnaia è campione del mondo! Martin finisce contro Marquez e si autoelimina

MotoGP, Bagnaia è campione del mondo! Martin finisce contro Marquez e si autoelimina
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Al termine di una stagione entusiasmante di MotoGP, il nostro Francesco "Pecco" Bagnaia ha conquistato il suo secondo titolo in Moto GP confermandosi campione del mondo. Il pilota italiano, parte del team Ducati Lenovo, ha dimostrato la sua abilità e costanza lungo tutto l'anno, culminando nella vittoria decisiva al Gran Premio di Valencia.

La gara a Valencia è stata particolarmente intensa, con Bagnaia partito dalla pole position a causa di una penalità inflitta a Maverick Vinales. Jorge Martin, compagno di squadra di Bagnaia nella Pramac, ha dato vita a una lotta agguerrita, cercando in tutti i modi di superare Bagnaia. Tuttavia, nel tentativo, Martin ha commesso un errore fatale in frenata, scivolando fuori pista e rientrando in ottava posizione.

Nonostante la pressione e il tentativo di rimonta da parte di Martin, la vittoria è rimasta saldamente nelle mani di Bagnaia, che ha superato il traguardo per la settima volta in stagione, consacrandosi campione del mondo. Il suo successo sottolinea la straordinaria prestazione della Ducati Desmosedici GP23 e l'abilità di Bagnaia nel gestire le situazioni più impegnative in pista.

Il podio è stato un trionfo totale per Ducati, con Fabio Di Giannantonio, anch'esso su una Ducati Gresini, che ha raggiunto la seconda posizione. La terza posizione è stata occupata da Johann Zarco, pilota della Ducati Pramac, consolidando la supremazia della Ducati in questa stagione. Appuntamento dunque al prossimo anno con Jorge Lorenzo che ha avvertito tutti riguardo al ritorno di Marc Marquez.

Inoltre Marquez porterà via Redbull dalla Honda, che sarà sponsor ufficiale di Ducati Gresini il prossimo anno.

MotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGPMotoGP