di

Tra i tanti lati positivi delle auto elettriche vi sono, come in tutte le tecnologie, anche dei fattori negativi da tenere in considerazione. Le batterie al litio hanno fatto molta strada dalla loro introduzione nel mercato, ma sono ancora considerate un pericolo abbastanza importante da essere bandite dalla stiva di molte compagnie aeree.

Spieghiamoci meglio: Le batterie non sono più pericolose della benzina che alimenta le auto tradizionali, ma, come aveva spiegato non troppo tempo fa Joshua Lamb, ricercatore presso Sandia National Laboratories, a differenza degli incendi alimentati dai combustibili fossili, che si “azzerano” una volta che si spegne il rogo, nel caso delle batterie “l'energia rimane ancora immagazzinata all'interno, e rimane un pericolo fin quando c'è della carica residua”.

Insomma, più che il rischio di incendio in sé e per sé, in realtà più basso rispetto a quello delle automobili a combustibile, il vero problema è rappresentato dallo spegnere correttamente le batterie infiammate, in maniera tale che queste non riprendano fuoco in un secondo momento.

In video, uno sguardo a che cosa può succedere se il "motorino elettrico" su cui siete seduti prende improvvisamente fuoco: protagonisti del video sono due signori di nazionalità cinese a bordo di una moto che, dopo aver incominciato a fumare copiosamente, si trasforma nel giro di qualche secondo in una piccola “palla di fuoco”.

Nessun ferito fortunatamente, solo qualche probabile escoriazione del passeggero che, dopo la veloce “fuga” del pilota, è scivolato con il veicolo sull’asfalto, per poi rialzarsi e correre al sicuro lontano dalle fiamme.

Tempestivo l’intervento delle autorità, che però hanno faticato a spegnere il piccolo incendio.

Quanto è interessante?
6