Si può montare il motore V8 di una M3 in una Mini Cooper? Certo, e la vedremo a Goodwood

Si può montare il motore V8 di una M3 in una Mini Cooper? Certo, e la vedremo a Goodwood
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Al Festival Of Speed di Goodwood non vedremo soltanto glorie del passato e nuove supercar da sogno, ma ci sarà almeno una vettura fuori di testa. Si tratta della Vini, un progetto su base Mini Cooper, che nel cofano monta un V8 4.0 litri da 420 CV preso da una BMW M3. Si, avete letto bene.

L’idea di questo mostro è partita da Powerflex, un’azienda inglese specializzata in supporti per le sospensioni, che ha messo a punto questa "bombetta” libera di circolare per le strade di tutti i giorni. La Vini si basa su una Mini Cooper S di seconda generazione, e monta un cambio automatico a 7 rapporti con doppia frizione, collegato al motore derivato appunto da una BMW M3 Mk5.

Le sorprese non finiscono qui, infatti l’auto poggia su un sottotelaio preso in prestito da una Subaru Impreza STI opportunamente modificato, montato con boccole in poliuretano create dalla stessa Powerflex, mentre le sospensioni sfruttano uno schema MacPherson.

Lo specialista britannico ha detto: “Vini, la Mini V8 by Powerflex, è un pugno di ferro in un guanto di velluto: un’opera d’arte ingegneristica assolutamente utilizzabile e legale, comoda su strada così come in pista”.

Inoltre ha aggiunto: “Con 420 CV racchiusi in un corpo vettura dal passo corto e che ferma la bilancia a poco più di 1300 kg, Vini è in grado di ridefinire i confini della fisica assieme ai suoi pnaumatici Toyo Proxes R888R”.

Lo sviluppo di questo mostriciattolo ha richiesto quattro anni di duro lavoro, e ora è pronta ad iniziare le fasi di test in pista. Infatti la Vini non parteciperà alla Hillclimb cronometrata di Goodwood, ma sarà presente per mettere in bella mostra quanto vi abbiamo raccontato, assieme a tutto il team che ha lavorato sull’auto, con forze provenienti dai diversi membri della Performance Automotive Aftermarket Association (PAAA).

La Mini è una vettura perfetta per le personalizzazioni di ogni genere, e mentre la casa madre propone nuovi abbinamenti cromatici per l’auto attuale, altri preferiscono stravolgere i modelli precedenti, come la Mini degli anni ‘60 reinventata da DBA.

FONTE: Autocar.Uk
Quanto è interessante?
1
Mini Cooper SMini Cooper SMini Cooper SMini Cooper SMini Cooper SMini Cooper SMini Cooper SMini Cooper S