di

L'ultima generazione di Mercedes-AMG GT è stata introdotta circa sei anni fa, e in quel momento la coupé sportiva arrivava ad offrire 476 cavalli di potenza erogati da un propulsore V8 twin-turbo da 4,0 litri.

Col tempo la casa automobilistica tedesca ha man mano potenziato la vettura permettendole di raggiungere i 730 cavalli di potenza attraverso il solito motore, ma dotato di un nuovo albero motore a pedivella piana, perfetto per le unità a otto cilindri.

Adesso invece la Mercedes-AMG GT Black Series ha infranto il muro dei 1.000 cavalli portandosi precisamente a 1.111 cavalli di potenza. Rispetto alla versione originale il bolide scarica sull'asfalto un output più che doppio per cui non possiamo far altro che elogiare il lavoro svolto da Opus, un noto tuner tedesco il quale è stato in grado di superare in termini di forza bruta anche l'imminente Mercedes-AMG One.

A ogni modo, se questi numeri non fossero ancora riusciti a intimidirvi, sappiate che la sportiva si tiene stretta la trazione posteriore, e in tal senso immaginiamo che durante le accelerazioni da ferma possa sollevare ingenti quantitativi di fumo.

Coloro i quali non vogliono esagerare possono comunque selezionare tre pacchetti meno aggressivi, che in ordine di prezzo decrescente garantiscono 1.001, 920 e 825 cavalli di potenza. Il ritocco meno sostanzioso consiste semplicemente in una rimappatura software del V8, mentre le altre varianti includono turbocompressori modificati, pistoni forgiati, bielle più massicce e un sistema di alimentazione rivisto. Oltretutto Opus ha provveduto a rinforzare il cambio automatico a doppia frizione e sette rapporti, altrimenti il rischio di rottura sarebbe aumentato vertiginosamente.

Se credete sia finita qui vi sbagliate di grosso, perché il team ha messo le mani anche sul sistema di scarico potenziandolo e rimuovendone il filtro antiparticolato. Quest'ultima scelta rende non omologata la vettura per le strade pubbliche europee, ma si può tranquillamente portare la Mercedes-AMG GT Black Series di Opus su qualunque pista al mondo. In ogni caso vi consigliamo di armarvi di coraggio, poiché da adesso il ruggito del suo V8 può assolutamente intimorire.

Prima di lasciarvi all'interessante video in alto vogliamo cambiare completamente direzione pur restando all'interno del brand di Stoccarda. Come ben saprete, Mercedes sta puntando tantissimo sull'elettrificazione della propria gamma di veicoli, e la Mercedes-Benz EQE non tarderà ad arrivare e a rappresentare una spina nel fianco della Tesla Model S.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1