Queste le auto più sfortunate del 2020: i numeri sono impietosi

Queste le auto più sfortunate del 2020: i numeri sono impietosi
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il settore automobilistico non sta affrontando uno dei periodi migliori della sua storia, e non solo a causa della pandemia di coronavirus, anche perché la lieve ma constante contrazione va avanti già da alcuni anni.

Adesso non ci soffermeremo però su una situazione di ampio respiro, ma utilizzeremo la lente d'ingrandimento per scovare i modelli più sfortunati in assoluto in quanto a esemplari venduti nel corso del 2020.

Il primo modello è un po' atipico, e forse è ingiusto inserirlo in classifica per via del suo elevatissimo costo e della complessità ingegneristica che il suo sviluppo ha richiesto. Stiamo parlando della straordinaria Lexus LFA, tanto amata dagli appassionati di motori per via delle sue eccellenti peculiarità e altrettanto bistrattata dei consumatori più facoltosi: nel 2012 ne è stata acquistata una sola unità, per l'invidia di tutti gli altri automobilisti.

La seconda vettura è una supercar americana la quale ha fatto il suo debutto nel 2017, per cui non ci si aspetterebbe mai potesse arrivare a piazzare appena 3 esemplari in tutto il 2020. Abbiamo giusto descritto l'attuale situazione della Dodge Viper: a quanto pare l'ultima generazione non è mai riuscita a far breccia nel cuore dei clienti.

Proseguendo ci imbattiamo in una berlina del 2017 effettivamente bella a vedersi, elegante e sicuramente meno costosa dei modelli citati in precedenza. Allo stesso modo però è passata un po' in sordina con soltanto 3 unità scelte dai consumatori nel corso del 2020. Evidentemente, per la Chrysler 200 questo è un anno da dimenticare.

L'ultima macchina viaggia in forte controtendenza rispetto all'andamento del mercato, poiché si tratta di un'auto ibrida plug-in stranamente ignorata. La Chevrolet Volt è stata preferita da appena 6 automobilisti per tutto l'arco del 2020, nonostante prometta loro un enorme taglio delle emissioni inquinanti.

Dalla parte opposta, e cioè quella più virtuosa, c'è invece Tesla. La casa automobilistica californiana ha fatto registrare un Q3 2020 da record assoluto, e si appresta a mantenere una incredibile promessa fatta circa quattro anni fa. Nel frattempo il brand sta provando a conquistare anche il mercato automotive cinese attraverso dei tagli di prezzo considerevoli che mettono all'angolo gli altri produttori.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2