Model X accelera da sola e uccide due persone, ma Tesla smentisce

Model X accelera da sola e uccide due persone, ma Tesla smentisce
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In questo momento Tesla sta affrontando delle pesanti accuse circa una Model X apparentemente letale: l'auto elettrica avrebbe preso velocità in modo del tutto autonomo schiantandosi contro un muro, uccidendo due persone e ferendone altre.

Alcuni mesi fa la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha rivelato un'indagine interna atta a scoprire se questo tipo di accuse, inerenti acceleratori difettosi, fossero veritiere. Ad oggi risulta una petizione la quale cita 127 incidenti del genere, ed un esempio clamoroso è quello che ha visto protagonista Mr. Chen a bordo della sua Model 3: l'uomo ha spiccato un volo ad oltre 100 km/h all'interno di un parcheggio, e anche in questo caso l'accusa è indirizzata verso la vettura californiana, nonostante la sede di Nanjing abbia incolpato l'errore umano.

A quanto pare la compagnia finora ha sempre smentito ogni difetto software del genere, facendo ricadere ogni colpa sugli automobilisti grazie ai dati trasmessi dalle auto. Secondo il brand è un fatto comune che il conducente possa pigiare il pedale sbagliato, e le statistiche inerenti le persone più anziane paiono dargli ragione.

In un caso specifico i colleghi di Electrek hanno potuto metter mano a un registro Tesla verificato da terze parti, e questo supportava l'ipotesi della casa automobilistica circa la confusione tra pedali. A ogni modo, in seguito all'avvio dell'investigazione da parte di NHTSA, Tesla ha rilasciato una dichiarazione la quale ribadisce l'assenza di difetti di sorta relativi al proprio parco auto.

In attesa di saperne di più vi rimandiamo alla prima esperienza personale di un italiano a bordo di una Model Y fra problemi e ostacoli: ecco tutti i dettagli. In chiusura è praticamente certo che il brand voglia portare i Supercharger V3 in numerose città europee, e Berlino è la prima scelta.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
1