Mitsubishi abbandonerà il mercato europeo? Arriva il nuovo piano industriale

Mitsubishi abbandonerà il mercato europeo? Arriva il nuovo piano industriale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'abbiamo vista vincere rally con la Lancer, superare le pendenze più ardue con la Pajero e garantire una capacità di carico fuori dal comune con la L200. Mitsubishi è un marchio ormai storico per l'Italia e l'Europa ma la sua presenza in questi mercati è a rischio.

Con il nuovo piano industriale il marchio giapponese prevede di concentrare gran parte delle proprie risorse nel sud-est asiatico, dove attualmente ha una quota di mercato del 6.4% a dispetto dell'1% in Europa e del 0,9% in Nord America. Le minori risorse destinate al vecchio continente si tradurranno con un blocco dell'introduzione di nuovi prodotti in Europa. Possiamo dunque scordarci le nuove generazioni di L200, Outlander e Mirage. Ciò potrebbe preannunciare un graduale ritiro del marchio dal mercato europeo. L'azienda prevede rivoluzioni anche nel suo mercato interno con lo spostamento della produzione della Pajero da Sakahogi a Okazaki, la chiusura di alcuni concessionari e la promozione del car sharing e dei servizi in abbonamento.

Takao Kato, CEO della Mitsubishi Motors Corporation, ha dichiarato “Sposteremo la nostra strategia da un'espansione a tutto tondo a qualcosa di più focalizzato”. Non sappiamo se questo cambiamento influirà anche sull'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi, Kato a riguardo ha detto che l'azienda giapponese continuerà a sviluppare “modelli all'avanguardia che sfruttano le tecnologie dei partner del gruppo”.

Mitsubishi è attualmente presente sul mercato italiano con sei modelli, tra i quali spiccano la Space Star, disponibile anche a GPL, e l'Outlander, disponibile anche in versione ibrida.

Quanto è interessante?
1